MotoGP: Lin Jarvis “Yoshikawa correrà per tre gare”

Si spera in un ritorno di Valentino Rossi a Brno

23 giugno 2010 - 12:25

Dopo settimane di speculazioni e toto-pilota relativamente al sostituto di Valentino Rossi, Yamaha ha deciso di optare per una scelta “sicura”, ovvero quella di schierare dal GP di Catalunya l’attuale tester della YZF-M1 Wataru Yoshikawa. E’ stata una decisione non facile, a detta del direttore di Yamaha Motor Racing Lin Jarvis, visto che le prime mosse della casa di Iwata sono state fatte con il fine di piazzare sulla seconda 4 cilindri ufficiale di Iwata in MotoGP un pilota attualmente attivo in una competizione mondiale, possibilmente appartenente alla famiglia Yamaha Motor e Tech 3. Le cose si sono complicate a partire dal rifiuto di Cal Crutchlow ad correre con il team satellite gestito da Hervé Poncharal, dai tentennamenti di James Toseland ed infine, dalla risposta negativa ricevuta da Colin Edwards.

“Abbiamo considerato diversi scenari”, sostiene Lin Jarvis, “e diversi candidati per riempire la sella temporaneamente vacante nel team Fiat Yamaha. Abbiamo sempre pianificato di utilizzare un pilota che appartenesse alla famiglia Yamaha Motor e Tech 3 ma per ognuno di quelli presi in esame che è attualmente attivo in competizioni, un eventuale spostamento nel team Fiat Yamaha avrebbe creato un ulteriore problema per il programma delle corse o per il team dal quale è stato ingaggiato.

Finalmente, dopo un gran quantità di considerazioni, abbiamo selezionato Wataru Yoshikawa, il nostro tester giapponese della YZR-M1, per entrare a far parte della squadra come sostituto. Abbiamo pianificato provvisoriamente la sua partecipazione per tre gare (Catalunya, Sachsenring e Laguna Seca) ma modificheremo il piano in base alle notizie che ci perverranno sulla data di ritorno prevista per Valentino.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, tecnica: I 4 anni di sviluppo KTM prima della vittoria (1/2)

MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone a rischio: sentenza ad ottobre?

Moto2 Bastianini Marini

Moto2, Austria: Bastianini-Marini, dal botto 2019 alla lotta al vertice 2020