mir motogp

MotoGP, le Suzuki ancora lontane. Joan Mir: “Sarà difficile rimontare”

Continuano i problemi Suzuki in qualifica: Joan Mir solo 14°, Alex Rins 16°, tra incidenti e mancato feeling con le gomme. La rimonta sarà difficile...

10 ottobre 2020 - 19:04

Giornata da dimenticare per il duo Suzuki Ecstar a Le Mans. Né Joan MirAlex Rins sembrano aver trovato il giusto feeling con la GSX-RR sulla pista francese. Lo dimostrano anche le cadute di cui si sono resi protagonisti nel corso delle sessioni. In particolare, non è una buona notizia che il secondo in classifica MotoGP, il maiorchino, scatti dal 14° posto con il leader Quartararo in pole position. Dopo lo storico doppio podio in Catalunya, stavolta non c’è troppo ottimismo.

“Dobbiamo trovare un modo per migliorare prima della gara” ha affermato il team manager Davide Brivio. “È stata una giornata molto difficile, con due cadute per Alex ed una per Joan. In questo modo è difficile trovare il giusto ritmo.” Ci sarà parecchio lavoro da fare tra stasera e domani, con la competizione stavolta programmata per le 13:00. “Lavoreremo stanotte e domani nel warm up, prima di affrontare la casa come sempre: dando il massimo e cercando di recuperare.”

“Sto facendo molta fatica” ha ammesso senza mezzi termini Joan Mir alla fine delle qualifiche. “Le condizioni sono estreme ed il freddo condiziona parecchio il feeling con le gomme, soprattutto l’anteriore. Per questo vado in difficoltà nel primo settore, ed è difficile poi recuperare quello che perdiamo in questo punto. Dobbiamo analizzare i dati e cercare una soluzione, ma sarà comunque complicato rimontare così tante posizioni.”

Ben due incidenti per Alex Rins, 16° in griglia di partenza. “Non è il massimo” ha dichiarato. “Due cadute condizionano parecchio la fiducia in sella, ma se non altro sappiamo perché ci sono state: è tutto legato alle temperature delle gomme. Il ritmo poi non è così male, ne avevo per stare in top 5, ma il freddo ha complicato la nostra giornata. In gara il primo giro sarà fondamentale: se riusciamo a recuperare da subito possiamo disputare una bella gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao