Andrea Dovizioso e Marc Marquez

MotoGP, le nuove Michelin tra Andrea Dovizioso e Marc Márquez

Andrea Dovizioso ha vinto in Austria grazie soprattutto al consumo delle gomme (di Marquez). Le nuove Michelin hanno modificato l'impostazione delle gare.

15 agosto 2019 - 8:00

La quiete dopo la tempesta austriaca, la riportano Andrea Dovizioso e l’annuncio del rinnovo di Jack Miller. Dal 2020 per la prima volta Ducati schiererà quattro moto ufficiali, con l’obiettivo di accelerare ulteriormente la raccolta dati e lo sviluppo. Uno sforzo in più per provare a infastidire Marc Márquez.

DOVIZIOSO E LA VITTORIA AUSTRIACA

Il gap tra leader e inseguitore è a quota 58, dopo i 5 punti rosicchiati al Red Bull Ring. Seconda vittoria stagionale per Andrea Dovizioso, di meglio forse non è possibile, dal momento che durante lo scorso inverno la Honda ha lavorato meglio per compiere un ulteriore step. A livello di motore soprattutto, azzerando il grosso vantaggio che fino all’anno scorso poteva vantare la Rossa: la velocità in rettilineo.

La carta vincente in Austria è stata la scelta della gomma soft posteriore, a fronte della media di Márquez. “Avevo più grip in certe curve, quindi sono stato in grado di sorpassarlo nell’ultima curva. Ma ho avuto questo vantaggio solo verso la fine della gara – ha spiegato Dovi a Speedweek.com – perché la sua gomma posteriore si era consumata più della mia“.

DUCATI E NUOVE GOMME MICHELIN

A fare la differenza è anche lo stile di guida del leader iridato, la capacità di frenare più tardi guadagnando mezzo decimo di secondo a curva. “La nostra moto è molto buona sui freni, ma non posso scivolare in curva allo stesso modo. Per questo devi avere la pressione necessaria sulla gomma anteriore, non posso farlo con la nostra moto“, ha sottolineato Andrea Dovizioso. Nel 2020 le gomme Michelin sono diverse, cambia anche l’approccio alla gara, il setting della moto.

Sui circuiti con scarso grip la Desmosedici sembrava trarne profitto fino alla scorsa stagione, adesso non più. “Le gomme sono leggermente diverse, l’aderenza è più alta… Spesso Marc è in testa e fa pressione, il che cambia molto. L’anno scorso succedeva raramente… Se eri veloce e decidevi di tirare al massimo, potevi tenere il passo con la gomma. Con l’attuale selezione di pneumatici non possiamo più farlo“.

1 commento

kravenvanhelsin_14328818
10:21, 15 agosto 2019

“La carta vincente in Austria è stata la scelta della gomma media posteriore, a fronte della soft di Marquez.”

A dire il vero era Dovizioso ad avere la soft al posteriore e Marquez la media. E infatti nel virgolettato Andrea dice che aveva più grip.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2: Alex Márquez in pole position a Silverstone

Valentino Rossi

Valentino Rossi ‘evergreen’: “Obiettivo podio, Marquez è più veloce”

Marc Márquez, a Silverstone la pole numero 60 in MotoGP