MotoGP, Zarco e Quartararo in casa: “Grande energia dai fan”

Marc Márquez, Alex Rins, Andrea Dovizioso, Maverick Viñales, Fabio Quartararo e Johann Zarco protagonisti a Le Mans, ecco le loro parole.

16 maggio 2019 - 17:54

I protagonisti del Motomondiale si preparano per affrontare il quinto fine settimana della stagione 2019, di scena sullo storico tracciato di Le Mans. Ad aprire l’evento come sempre la conferenza stampa inaugurale. Protagonisti della giornata odierna il leader iridato Marc Márquez, Alex Rins, Andrea Dovizioso, Maverick Viñales ed i piloti di casa Fabio Quartararo e Johann Zarco.

Apre la conferenza stampa Marc Márquez, leader iridato dopo la gara in Spagna. “Il GP di Jerez è stato importante” ha dichiarato, “Ma è solo un’altra gara. Abbiamo accumulato 25 punti e ne siamo contenti, ma non guardiamo tanto la classifica. Nei test di lunedì ci siamo mostrati competitivi ed abbiamo provato tante cose. Ora affrontiamo una pista stop&go, mantenendo sempre la stessa mentalità, facendo attenzione ai rivali ed al meteo. Dovi l’anno scorso qui era molto forte, così come i piloti Yamaha due anni fa: non si sa mai a Le Mans, ma noi dobbiamo trovare il modo per essere veloci.”

Alex Rins, secondo in classifica iridata ad un punto dal connazionale, ha iniziato in maniera ottimale questo 2019, ma lo spagnolo è solo concentrato su una gara alla volta. “Stiamo vivendo un bell’inizio di stagione, con ottimi risultati” ha detto Rins. “Nei test abbiamo provato tante novità come il forcellone e lo spoiler. Abbiamo trovato buone soluzioni, non per questa gara ma che potremo utilizzare più avanti. Quando arrivi in MotoGP i test ti sembrano noiosi, più avanti e soprattutto quando arrivi a lottare per le prime posizioni non ti poni più problemi. Anche se sei di nuovo in pista per i test dopo una gara, lo fai molto motivato.”

Tocca poi ad Andrea Dovizioso, terzo in classifica iridata e pronto a lottare a Le Mans. “Il campionato è apertissimo, ma dobbiamo trovare qualcosa di più per continuare a lottare. Affrontiamo un tracciato positivo per me e mi aspetto di essere più veloce rispetto a quanto fatto a Jerez. Quest’anno affrontiamo una situazione diversa, fin dalle prove libere ci sono tanti piloti vicini e bisogna essere competitivi da subito. Dobbiamo lavorare bene per puntare al podio e tornare alla vittoria.” Gli si chiede poi un commento sulla sua prossima esperienza in DTM: “Non è facile durante la stagione, ma ho colto l’occasione perché è un bel campionato. Sarà un bel test ed un’esperienza interessante con tanti piloti veloci.”

Prende poi la parola Maverick Viñales, che punta a mostrare una ritrovata competitività anche a Le Mans. “Per noi era molto importante mostrare il nostro potenziale in gara” ha sottolineato. “Abbiamo avuto alcuni problemi nelle gare precedenti e per noi era importante fare bene, serviva anche per dare fiducia a tutta la squadra. Ci sono stati dei miglioramenti anche nei test, possiamo dare il massimo e secondo me è possibile lottare per il podio. Dobbiamo puntare anche alla prima fila in qualifica, un risultato fattibile, come ci hanno dimostrato le altre Yamaha a Jerez. Non vedo l’ora di scendere in pista.”

Fabio Quartararo è uno dei piloti più attesi questo fine settimana, in particolare dopo la pole position in Spagna che ha acceso il tifo del pubblico francese. “Quello di Jerez è stato un bel fine settimana, non ci aspettavamo la pole” ha dichiarato Quartararo con un grande sorriso. “La gara stava andando bene, ho avuto problemi fin da subito a seguire gli altri, ma poi avevo trovato qualche decimo per recuperare. Alla fine è successo quello che è successo, ma è stato comunque interessante. I fan si sono scatenati dopo il risultato a Jerez e ci sarà un grande tifo, ma noi dobbiamo mantenerci concentrati solo sul nostro lavoro.”

Un altro pilota atteso è Johann Zarco, che punta sul sostegno dei tifosi per dare il massimo in casa. “Sicuramente arriverà tanta energia positiva da parte dai fan. Finora non sta andando benissimo, ma nonostante ciò sto ricevendo un grande supporto. Abbiamo avuto due giorni di test dopo Jerez, provando tantissime cose: non è sempre facile svolgere questo ruolo, ma ci siamo concentrati su alcuni aspetti, sicuri che possa andare bene. Terremo d’occhio il meteo, ma i test qui sono stati positivi e spero mi aiutino ad ottenere un buon risultato davanti al pubblico di casa.” Si parla poi dell’arrivo di Jean Michel Bayle come mental coach: “Mi può aiutare ad avere la mente più libera e quindi a concentrarmi soprattutto sulla gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo a Motegi per il ringraziamento Honda

johann zarco

Johann Zarco: “Ho davanti 3-4 stagioni da vivere al massimo”

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Viñales: “L’interesse Ducati mi lusinga”