MotoGP, Pecco Bagnaia a Le Mans

MotoGP Le Mans: tempi e analisi FP2. Pasticcio Pecco Bagnaia!

Il venerdì di MotoGP a Le Mans vede al comando Johann Zarco davanti alle Yamaha di Quartararo e Vinales. Pecco Bagnaia resta fuori dalla top-10.

14 maggio 2021 - 15:41

La seconda sessione di prove libere MotoGP a Le Mans vede fuori dalla top-10 la Ducati di Pecco Bagnaia. Nel pomeriggio francese, alla pari di altri colleghi ha riportato una caduta alla curva 3, un punto critico del circuito dove sono scivolati anche Fabio Quartararo e Aleix Espargarò per ben due volte. 12° il piemontese del Ducati Team. Innanzitutto, cosa è andato storto? “Era uscito con la gomma nuova soft, è rientrato dopo il primo giro dicendo che la gomma non andava bene – racconta Davide Tardozzi -. L’abbiamo cambiata, per non sprecare troppe gomme abbiamo montato la media al posteriore che chiaramente non aveva la performance della soft“.

Diversi i settori su cui lavorare studiando i dati della telemetria. “Punti critici ci sono, però nel primo run è andato bene, dobbiamo valutare, ma sono credo che domani sarà della partita“. Ma la scelta di montare la media è dovuta ad una decisione interna al box di Pecco Bagnaia. “Oggi pomeriggio doveva piovere e non ha piovuto. Domattina c’è possibilità di pioggia ma non è detto che piova. Ma è stata una decisione del pilota di uscire con la media. Viste le prestazioni di Zarco con la media era convinto di farcela“.

4 Yamaha in top-10

Soddisfazione anche ai box Yamaha, con i quattro piloti del marchio che al momento hanno in tasca l’accesso diretto alla Q2. 2° e 3° crono per Fabio Quartararo e Maverick Vinales, 5° e 9° per Franco Morbidelli e Valentino Rossi. “Abbiamo sofferto stamattina con il bagnato, un aspetto su cui dobbiamo lavorare un po’ – sottolinea Maio Meregalli -. Con l’asciutto siamo più performanti, peccato per la scivolata di Fabio Quartararo. Qui si fa molta fatica a mettere a temperatura la gomma davanti, fa freddo. Specialmente alla curva 3 dove alleggerisci il gap, la curva è in controtendenza. Quello è l’unico problema che stiamo avendo, quindi positivo il primo giorno“.

Best lap di Zarco

A firmare il miglior crono di questo venerdì in MotoGP è il padrone di casa Johann Zarco in 1’31″7. “Da stamattina è andata bene, ci cono condizioni che mi piacciono tante, mi aiuta a tenere tranquillità e andare veloce. Nel pomeriggio con le slick eravamo tutti pronti ad andare veloce e mi è andata bene. Poi sarebbe interessante avere una sessione di vera pioggia per essere più sicuro di me stesso, così da essere pronto in qualifica. Al secondo run sono uscito con Quartararo, ho provato a seguirlo, ma non ha voluto (ride, ndr)”. Per la Desmosedici GP21 è un’occasione da non perdere e il calendario gioca a suo favore… “Questa pista è buona per la Ducati, io posso avere un extra di energia. Al Mugello sarà un’altra gara di casa per Ducati e io non ho mai girato con questa moto. Infine, siamo anche contenti di correre due gare in Austria, speriamo di prendere il titolo piloti quest’anno“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

MotoGP Le Mans, FP2: classifica finale

1. Zarco, Ducati, 1’31″747
2. Quartararo, Yamaha, + 0,095
3. Viñales, Yamaha, + 0,389
4. Pol Espargaró, Honda, + 0,390
5. Morbidelli, Yamaha, + 0,532
6. Oliveira, KTM, + 0.549
7. Miller, Ducati, + 0.614
8. Marc Márquez, Honda, + 0.885
9. Rossi, Yamaha, + 0.922
10. Nakagami, Honda, + 0.964
11. Rins, Suzuki, + 1.015
12. Bagnaia, Ducati, + 1.053
13. Mir, Suzuki, + 1.161
14. Aleix Espargaró, Aprilia, + 1.199
15. Lecuona, KTM, + 1.293
16. Binder, KTM, + 1.370
17. Alex Marquez, Honda, + 1.457
18. Rabat, Ducati, + 1.614
19. Bastianini, Ducati, +1.789
20. Savadori, Aprilia, + 2.238
21. Marini, Ducati, + 2.400
22. Petrucci, KTM, + 2.773

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: mani in pasta sul Mondiale, resta il rebus Aramco

alex rins motogp

MotoGP: Alex Rins è diventato papà, ecco arrivato il piccolo Lucas

voight agius cev moto3

Moto3, Paolo Simoncelli conferma Voight e Agius per il CEV 2022