binder motogp

MotoGP, le lotte tra rookie: Binder verso il titolo, Canet vs Garzó in Moto2

Due lotte tra rookie ancora aperte, mentre in Moto3 Alcoba è già miglior esordiente. In Moto2 è Canet vs Garzó, in MotoGP Binder è ad un passo dal titolo.

17 novembre 2020 - 15:56

Due battaglie tra rookie su tre sono ancora vive in vista dell’ultimo round a Portimao. In Moto3 domenica scorsa Jeremy Alcoba ha invece festeggiato il titolo di miglior esordiente della categoria. In Moto2 è lotta tra Aron Canet e Hector Garzó, mentre in MotoGP Brad Binder è ad un passo dal chiudere i giochi, visto il triplo zero di Alex Márquez negli ultimi tre GP. Vediamo com’è la situazione in vista del gran finale di questa complessa stagione 2020.

Moto3: Alcoba Rookie of the Year

Lotta matematicamente conclusa alla fine del Gran Premio di Valencia. Allo spagnolo del team di Fausto Gresini è bastato il 10° posto in gara, che gli ha permesso di avere 27 punti di vantaggio su Deniz Öncü, primo degli inseguitori. Manca un solo evento mondiale, quindi Jeremy Alcoba porta a casa questo riconoscimento della classe minore. “È sicuramente un gran risultato” ha dichiarato, anche se con qualche riserva. “Volevo fare un’altra gara… Ma abbiamo lavorato tantissimo, è un bel risultato per me e per il team. Ripartiamo da qui, con tantissima voglia per Portimao e per il prossimo anno. C’è tanto da migliorare, in particolare la qualifica, che in questa stagione è stata un bel problema.”Il 

Moto2: Canet vs Garzó, tre punti a separarli 

Lotta tutta iberica nella classe intermedia per il titolo di miglior esordiente dell’anno. Da una parte c’è l’alfiere Aspar Team Aron Canet, dall’altra c’è il pilota Pons Racing Hector Garzó. Il primo sembrava particolarmente lanciato, ma un infortunio unito alla crescita del secondo hanno riavvicinato i due contendenti. Ora li dividono solamente tre punti ed è rimasto il GP del Portogallo da disputare. Sarà una bella sfida sulle ‘montagne russe’ del tracciato di Portimao.

Ricordiamo che Canet è ancora convalescente dall’infortunio al mignolo della mano sinistra. Per questo momento non ha preso punti nei GP di Francia, Aragón e Teruel, rientrando poi per la tappa d’Europa. Ha chiuso 11° in questa occasione, ma lo scorso weekend abbiamo un altro zero per caduta in gara. Per quanto riguarda Garzó, in tre delle ultime quattro gare registriamo i suoi migliori risultati stagionali. Spicca il primo podio di domenica, che gli ha permesso quasi di agganciare il rivale in questa speciale classifica.

MotoGP: Brad Binder verso il titolo

Nella classe regina invece, dopo il riaggancio tra Brad Binder e Alex Márquez, ecco che il sudafricano ha preso il largo. Complice, come detto, il triplo zero del campione Moto2 2019, che dopo il doppio podio ha chiuso gli eventi di Teruel ed Europa con ben due incidenti. Sempre quando si trovava a ridosso del podio. Per la tappa di Valencia invece, un problema ad una mano dopo un pauroso highside nelle libere ha condizionato parecchio la gara: ha infatti tagliato il traguardo in 16^ posizione.

Da parte di Binder invece, nelle ultime tre gare abbiamo uno ritiro a Teruel per un incidente al via con Miller. Seguono poi due bei risultati in top ten, ovvero un 7° posto ed un 5° posto pochi giorni fa. Piazzamenti importanti per l’esordiente del team KTM Factory, che in questo modo si è portato a +20 sul diretto rivale con solamente una gara da disputare. Possiamo dire che è quasi una formalità, visti i guai fisici del pilota di Cervera: il #33 è ad un passo dal titolo di Rookie of the Year.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

miller motogp

MotoGP, Jack Miller: “Non potrò mai ringraziare abbastanza Ducati Pramac”

MotoGP, Carmelo Ezpeleta boss Dorna

MotoGP, Ezpeleta: “Calendario 2021 con 18 GP, Marquez senza obblighi”

canet moto2

Moto2, Aron Canet best rookie: “Peccato per la gara, nel 2021 obiettivi più alti”