MotoGP: L’altissimo livello mondiale nei grafici di Jerez

I grafici dell'evento MotoGP a Jerez mostrano ritmi alti e molto simili. Vediamo come sono andati Quartararo, Bagnaia, Rossi, Nakagami e Viñales.

31 luglio 2020 - 17:23

I grafici sono uno degli strumenti spesso essenziali per analizzare una gara. Utilizzati sistematicamente in Formula 1, consentono di visualizzare a colpo d’occhio il ritmo di ogni pilota durante un Gran Premio MotoGP, sottolineando a volte un particolare fatto avvenuto in gara. Riguardo la tappa andalusa dello scorso fine settimana, in realtà non rivelano nient’altro che ciò che abbiamo visto sullo schermo. Parliamo dell’altissimo livello che al momento regna nel Motomondiale.

Lo possiamo capire bene dai pochi sbalzi presenti nel grafico, a riflettere l’estrema regolarità nel ritmo. Anche quando Maverick Viñales perde qualcosa nel decimo e undicesimo giro, dopo essere stato superato da Francesco Bagnaia e Franco Morbidelli, cala di appena mezzo secondo rispetto al ritmo iniziale. Possiamo vedere bene anche la gara di Fabio Quartararo, all’attacco all’inizio del Gran Premio. Un passo molto costante che lo ha protetto da tutti, tra cui Francesco Bagnaia, l’unico in grado di tenere il suo ritmo, prima dell’infausto ritiro. Rimarchiamo quindi sia la maestria del francese che le prestazioni del giovane italiano, che ha difeso i colori Ducati prima che il motore lo tradisse.

Forse psicologicamente liberato dai suoi compagni di marca, Takaaki Nakagami si è messo in evidenza realizzando una gara davvero solida. La sua curva mostra chiaramente che il pilota giapponese non ha commesso nessuno errore durante i 25 giri del GP. A differenza dell’esperto Valentino Rossi, che si è leggermente rilassato al 17 ° giro. Notiamo infine come i due piloti ufficiali Yamaha abbiano rallentato di appena 3 decimi mentre guidavano nella nuvola di fumo che usciva dalla Ducati di Pecco Bagnaia. Possiamo scommettere però che le curve del Gran Premio a Brno saranno forse un po’ meno simili…

L’articolo originale su Paddock-GP

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP 2020

MotoGP, Webb e Spencer difendono il lavoro della Direzione Gara

MotoGP, Franco Morbidelli e Valentino Rossi

MotoGP, Franco Morbidelli: “Valentino Rossi ed io stiamo bene insieme”

motogp

MotoGP, l’analisi: chi è migliorato e chi no tra Aragón e Teruel?