MotoGP, la scelta di KTM: Binder nel team ufficiale, Lecuona in Tech 3

Grandi novità per le due squadre KTM nel 2020. Brad Binder debutterà nel team ufficiale, Iker Lecuona all'esordio in Tech 3. Non troppo d'accordo Oliveira...

24 ottobre 2019 - 6:50

Ci sono novità in KTM in seguito al prematuro addio di Johann Zarco. La struttura austriaca ha operato una mezza rivoluzione per il 2020 sia nel team ufficiale che in Tech 3. Per quanto riguarda il primo, accanto al confermato Pol Espargaró ci sarà Brad Binder, annunciato inizialmente nella squadra di Hervé Poncharal ma ‘spostato’ in Red Bull KTM Factory. In Red Bull KTM Tech 3 invece, rimasto Miguel Oliveira, ci sarà un altro esordiente Iker Lecuona: non più in Red Bull KTM Ajo in Moto2, come stabilito in precedenza, ma passaggio in MotoGP. Il portoghese però non è che ci sia rimasto benissimo…

“Era chiaro che i nostri piani sarebbero cambiati dopo l’annuncio di metà stagione” ha dichiarato Pit Beirer. “Dopo aver parlato a lungo, abbiamo deciso di muoverci e di permettere a piloti giovani e affamati di dimostrarci quello che sanno fare. Brad ha compiuto progressi attraverso la struttura KTM: non abbiamo dubbi che nel team ufficiale continuerà ad avere lo stesso stile. Iker correrà in Tech 3: siamo più che sicuri che Hervé e la sua squadra sapranno aiutarlo e favorirne la cresvita, come fatto così bene con Miguel quest’anno. Ora il 2020 è deciso, possiamo iniziare a costruire un nuovo capitolo del nostro progetto.”

Mike Leitner, Team Manager della squadra ufficiale, si dichiara più che lieto della nuova coppia di piloti con cui lavorerà nel 2020. “Abbiamo avuto una lunga discussione, ma alla fine penso che KTM abbia preso una buona decisione. Pol è un pilota forte, che ha ottenuto bei risultati, e abbiamo visto cos’è stato capace di fare Brad in altre categorie. Lui è uno dei giovani piloti che ha compiuto tutto il percorso assieme a noi. Sarà una bella sfida per lui, ma penso che abbia un gran futuro in MotoGP.”

“Questa è la line-up più forte che avremmo potuto avere” ha aggiunto Hervé Poncharal, Tech 3. “Vogliamo quattro piloti di talento e con passione, concentrati in questo progetto. Personalmente sono contento di lavorare con un debuttante giovane e di talento come Iker. Questa è la strada da seguire per il successo ed abbiamo visto che ha funzionato in altre squadre. Dobbiamo iniziare a lavorare per il 2020: abbiamo il supporto tecnico e le giuste persone nel team. Sono sicuro che faremo grandi passi avanti con Miguel, mentre Iker vorrà far vedere di cosa è capace.”

Miguel Oliveira però non ha nascosto il suo disappunto per questa scelta. “KTM ha parlato con me a Misano, senza mai dire nulla, a parte che il posto era libero e che pensavano a Mika [Kallio]. In questo caso mi stava bene, il cambio non aveva senso. Scegliere però un rookie, un ragazzo della mia età, mi ha fatto sentire non degno abbastanza. Da pilota ufficiale hai una moto factory, sei più coinvolto nello sviluppo e devi provare tante cose: dopo un anno di esperienza penso avesse più senso per me [rispetto a Binder]. Ma è una loro decisione, che rispetto.” Sul nuovo compagno di squadra, “Una mossa affrettata, forzata. Non penso fosse il piano ideale per KTM, ma speriamo sia una sorpresa positiva.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Sul motore servono gli ingegneri giusti”

kasma daniel kasmayudin moto2

Moto2: SAG Team, cambio di rotta. Arriva Kasmayudin nel 2020

Valentino Rossi e Fabio Quartararo

Quartararo, Petrucci, Rossi: a Valencia sarà sfida a tre