MotoGP, Aprilia RS-GP

MotoGP, la nuova Aprilia RS-GP ai raggi X: telaio in “formato Yamaha”

La nuova Aprilia RS-GP brilla nei test MotoGP 2021 in Qatar. Aggiornamenti al motore e in ogni area tecnica. Aleix Espargarò: "Più rigidità e stabilità".

16 marzo 2021 - 8:45

Aprilia getta le fondamenta per la svolta nella classe MotoGP. Solitamente i test prestagionali non fanno testo, anche nel 2020 Aleix Espargarò sembrava partito con il piede giusto. Eppure stavolta c’è un qualcosa in più per guardare al Mondiale con maggiore ottimismo. “I tempi sul giro che abbiamo fatto in Qatar e in precedenza a Jerez sono molto più competitivi rispetto allo scorso anno. Nella simulazione di gara ho anche fatto molti giri in 1:54 – sottolinea il catalano -. Quindi sì, questa moto ha un’impressione migliore rispetto allo scorso anno“.

Sarà il responso della pista a dare conferme o smentite. Ma nei test IRTA a Losail Aleix ha mostrato un buon passo gara chiudendo 6° nella classifica combinata. I tecnici di Noale hanno sviluppato la RS-GP durante la pausa invernale intervenendo su molte aree. A cominciare dal nuovo dispositivo holeshot, alla pari di quasi tutti gli altri costruttori. In Qatar abbiamo visto che i team della MotoGP hanno lavorato molto sulla partenza. Il launch control esiste da decenni e Aprilia ha un dispositivo di holeshot anteriore dal 2019. Ma ora ne hanno progettato anche uno ad azionamento posteriore. Non si può vincere una gara alla prima curva, ma si può certamente perderla…

Una RS-GP in versione Yamaha

Il prototipo 2021 ha apportato modifiche anche al motore, agli scarichi, una nuova salad box, un ridisegnato “cucchiaio” sotto il forcellone e il forcellone stesso che ora è in carbonio. Lo scarico superiore sembra molto simile all’ultimo della Ducati, per il modo in cui i tubi si uniscono ed escono dalla parte posteriore in linea retta. Lo scarico inferiore, invece, è più corto e tagliato a fessura. Gli scarichi sono estremamente importanti per l’erogazione della potenza e l’accelerazione iniziale, con conseguenze anche su grip e consumo gomme.

La nuova aerodinamica mira a creare più deportanza. Aprilia ha portato due disegni abbastanza simili nel test MotoGP in Qatar. Il team di Noale pare abbia optato per la versione leggermente più piccola, dato che per la maggior parte del test abbiamo visto sia Aleix Espargarò che Lorenzo Savadori usare questa versione. Inoltre la RS-GP ha un nuovo telaio, simile a quello vecchio ma con una rigidità molto diversa. L’unico handicap resta però la velocità massima: a Losail quello Aprilia era il più lento fra i V4.

Aleix Espargarò si è detto molto soddisfatto delle prime sensazioni: “Tutti i cambiamenti vanno nella stessa direzione: rigidità e stabilità. Per me la Yamaha è una delle migliori moto al mondo ed è la moto più stabile. Stiamo andando un po’ in quella direzione con il telaio. Anche se la moto ora sembra più pesante, quindi dovrò allenare un po’ di più i muscoli o provare altre soluzioni“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, circuito di Misano

MotoGP, meccanico espulso dal paddock: test PCR falsificato

daniel holgado moto3

Moto3: Daniel Holgado a Misano e Portimao al posto di Öncü

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: il commiato di mamma Stefania e papà Graziano