MotoGP, Valentino Rossi al Montmelo

MotoGP, la disfatta di Valentino Rossi: “Poco grip, il setting non basta”

Valentino Rossi 19° dopo il venerdì di libere MotoGP in Catalunya. C'è poco grip, problemi in entrata di curva e cambiare set-up non fa miracoli.

4 giugno 2021 - 19:59

La prima giornata di libere MotoGP al Montmelò regala solo amarezze a Valentino Rossi. 19° nella combinata del venerdì, alle sue spalle solo il debuttante Lorenzo Savadori e Jorge Martin che ritorna da un infortunio. Il grosso problema della Yamaha M1 #46 è l’entrata in curva e nelle FP2, con temperature d’asfalto oltre i 40°C, il feeling è andato peggiorando. “Questa pista ha sempre poco grip, poi le gomme soffrono molto perché ci sono curve veloci e lunghe, dove stai tanto piegato, quindi perdono performance col passare dei giri. Si può lavorare, ma alla fine è una caratteristica della pista e ci devi convivere. Domenica vincerà chi è più bravo a guidare con poco grip. Purtroppo col setting non si risolve tutto“.

Setting e grip… un bel problema!

Valentino Rossi ha provato a lavorare sulla staccata, questo il segreto della pista catalana. “Ultimamente chi stacca tardi va forte, quindi abbiamo fatto questo test per cercare di migliorare“. E pensare che nella scorsa stagione MotoGP era in corsa per il secondo posto prima della rovinosa caduta. Ma il setting della sua moto è cambiato. “L’assetto è diverso rispetto allo scorso anno, abbiamo seguito una linea diversa dal 2020. È difficile fare paragoni, le temperature sono diverse, anche le gomme anteriori. L’anno scorso correvamo con le morbide e stavolta con le medie o le dure”.

Felice per il ritorno al passato della curva 10. “La curva 10 è difficile, molto tecnica. È difficile trovare la linea buona. Mi piace, la preferisco rispetto allo scorso anno, è una curva simile a quella originale”. Per sabato è previste possibile pioggia e i tempi delle FP3 potrebbero rivelarsi inutili. In tal caso per Valentino Rossi sarà davvero dura portare a casa un risultato soddisfacente. “Domenica bisogna essere veloci e pronti a girare con scarsa aderenza”. Per il campione di Tavullia il destino da pilota potrebbe volgere al termine…

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp austin cota

MotoGP, il circuito di Austin ed i lavori necessari per il GP 2022

MotoGP: arriva la Suzuki GSX-RR del titolo 2020… in miniatura

Jorge Lorenzo MotoGP

Jorge Lorenzo: test con la Porsche GT3, mano tesa a Valentino Rossi