petrucci lecuona motogp

MotoGP: KTM Tech3 a Portimao, ricordando l’impresa di Oliveira…

KTM Tech3 verso Portimao per voltare pagina. Petrucci vuole ben di più, per Lecuona sarà l'esordio con la MotoGP. "Più competitivi rispetto al Qatar" ha detto Poncharal.

12 aprile 2021 - 16:15

Un inizio di stagione MotoGP lontano dall’ideale per KTM Tech3, che cerca il cambio di rotta a Portimao. Un tappa dal dolce ricordo, visto il dominio l’anno scorso con il pilota di casa Miguel Oliveira… Dopo due GP la squadra di Hervé Poncharal è ancora a quota zero, per difficoltà tecniche ma anche per aver fatto i conti con condizioni fisiche non proprio ottimali sia per Danilo Petrucci che per Iker Lecuona. L’italiano ha una spalla ancora non a posto dopo l’incidente nel primo round, mentre lo spagnolo è finito sotto i ferri.

In aggiunta, Lecuona sarà all’esordio a Portimao, visto che l’anno scorso non era presente per motivi di salute. “Sarà la mia prima volta con una MotoGP, un rookie” ha confermato lo stesso pilota valenciano verso il terzo Gran Premio stagionale. “Conosco la pista dal 2016, ma l’asfalto è diverso, così come lo è la RC16.” Riguardo poi al recente intervento per sindrome compartimentale, “Il braccio migliora ogni giorno. Sto già eseguendo alcuni esercizi e sono sicuro che in Portogallo sarò quasi al 100%.”

Come accennato, anche Petrucci non sarà perfettamente in forma. “Sto lavorando alla mia spalla, che non è del tutto stabile. Ma farò di tutto per essere al massimo a Portimao.” In generale però si aspettava un debutto diverso in sella ad una KTM RC16 finora apparsagli anche un po’ stretta. “Chiaramente non sono soddisfatto di com’è andata a Doha” ha sottolineato. “Ma ho accumulato molta esperienza ed ora so qualcosa di più sul comportamento della moto.”

Il boss Tech3 Hervé Poncharal non ha nascosto la delusione per i primi due GP, ma guarda oltre. “Non vediamo l’ora di tornare a Portimao, abbiamo grandi ricordi della nostra ultima visita.” Un fine settimana trionfale per Miguel Oliveira, che si è assicurato pole position, vittoria e giro veloce in gara. Ovviamente con i colori della struttura francese, che ha festeggiato così il secondo successo in classe regina. “Certo le cose sono cambiate” ha ammesso Poncharal. “Ma siamo convinti di poter essere più competitivi rispetto al Qatar.”

Riguardo i suoi piloti, “Iker si è operato, ma dovrebbe essere al 100% senza problemi. Danilo ha chiuso le prime gare con KTM. Sulla carta nulla ci impedisce di ottenere risultati decisamente migliori.” Comincia dall’Autodromo do Algarve il lungo periodo nel nostro continente (e forse il resto della stagione, visti i dubbi per le tappe oltreoceano…). “La prima gara europea è sempre emozionante e, anche se sarà un paddock in lockdown, siamo contenti di ripartire dall’Europa, con un clima più familiare.”

Foto: Tech3 Racing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Franco Morbidelli GP Le Mans 2021

MotoGP, Valentino Rossi-Morbidelli-Pol Espargarò: scintille dopo l’incidente

MotoGP, Aleix Espargaro a Le Mans

MotoGP, Aleix Espargarò deluso: “Le moto factory non si fermano in gara”

bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Uno come Miller è uno stimolo a migliorare”