MotoGP: KTM sorride in Austria con Miguel Oliveira 8°

In Austria Miguel Oliveira ottiene la prima top ten stagionale sua e di Tech 3, oltre a chiudere come miglior pilota KTM. Poncharal: "Fiero di lui, grato a KTM."

12 agosto 2019 - 17:58

Il Gran Premio al Red Bull Ring è stato un appuntamento importante per KTM, che correva davanti al suo pubblico e ci teneva a fare bella figura. A questo ci ha pensato Miguel Oliveira: all’esordio nella categoria regina, il portoghese è stato il miglior alfiere KTM alla bandiera a scacchi. Esulta la struttura austriaca, che segue il pilota di Almada da quando era giovanissimo e che ora si gode i suoi continui progressi. Da parte sua, Oliveira può festeggiare il primo piazzamento in top ten nella sua stagione da rookie.

Il vice-campione Moto2 2018 sembra apprezzare il tracciato stiriano, sul quale l’anno scorso ha chiuso 2° nella categoria intermedia. In tre sessioni di libere su quattro ha chiuso tra i primi 10 (spicca il 6° posto nelle FP2), anche se purtroppo il tempo non è stato sufficiente per guadagnarsi la Q2. Scattato dalla tredicesima casella in griglia, Oliveira ha impostato quasi subito un buon ritmo, recuperando giro dopo giro fino a trovarsi a ridosso di Bagnaia, tenendosi dietro la rossa ufficiale di Petrucci. Solo 185 millesimi l’hanno separato dal collega rookie, ma la tribuna arancione ed i vertici KTM festeggiano l’ottimo ottavo posto del portoghese, come detto miglior pilota della squadra di Mattinghofen al traguardo.

Chiaramente sorride anche il pilota portoghese. “Che gara! Peccato per qualche problema al via, non sono riuscito a partire così velocemente come avrei voluto. In seguito però è stato divertente, sono riuscito a compiere un buon numero di sorpassi. Il ritmo era davvero ottimo, come avevamo già visto nella giornata di sabato, e sono abbastanza contento. Si tratta della prima top ten per me e per la squadra, in sella ad una KTM. Ci meritavamo questo risultato, stiamo lavorando duramente e tutti mi hanno aiutato tanto per capire la moto. Penso sia un buon modo per ripagare la fiducia di KTM proprio sul circuito di casa. Ho conquistato la top ten e ho chiuso come prima KTM in gara, per noi è stata davvero una giornata positiva.”

“Qualche volta vedi la luce in fondo al tunnel. Stavolta abbiamo visto il sole splendere.” Hervé Poncharal non contiene la gioia per quanto fatto dal suo pilota, che ha portato a Tech 3 il primo piazzamento tra i primi 10 da quando sono passati a KTM. “Abbiamo lavorato duramente per questo risultato, è stato come un sogno che si realizza. Miguel ha ottenuto qualche aggiornamento che abbiamo potuto utilizzare in gara ed abbiamo ottenuto il miglior piazzamento stagionale a casa di Red Bull e KTM. Siamo davvero fieri di quanto ha fatto Miguel, ma siamo molto grati anche a KTM, che lavora ininterrottamente per fornirci il materiale migliore.”

“Ora il prossimo passo è migliorare le qualifiche” ha continuato il boss Red Bull KTM Tech 3. “In gara infatti abbiamo visto che avevamo il ritmo del gruppo dietro ai primi due. Non dico che il podio attualmente sia alla nostra portata. Dobbiamo però ottenere un piazzamento migliore in qualifica, in modo da essere vicino ai primi. Con il ritmo che abbiamo Miguel può fare bene in gara, siamo ottimisti in ottica futura. La gomma dura anteriore poi è stata una scelta azzeccata. In generale sono davvero soddisfatto di Miguel e dell’intera squadra.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi

Valentino Rossi: politica, famiglia, Italia e popolo giallo

Romano Albesiano

MotoGP, Albesiano: “Andrea Iannone fatica ad adattarsi all’Aprilia”

Marc Marquez pilota Repsol Honda

Marc Marquez sfodera le nuove armi: telaio, ali e spoiler