MotoGP, Dani Pedrosa

MotoGP, KTM-Dani Pedrosa: un lungo tragitto per riportarlo in pista

Tre anni dopo l'addio alla MotoGP Dani Pedrosa ritornerà in pista al Red Bull Ring. Il collaudatore della KTM proverà la RC16 2022.

4 agosto 2021 - 13:32

Tre anni dopo l’addio alla MotoGP Dani Pedrosa ritorna in pista per un week-end di gara. Sarà la sua prima wild card con KTM, fortemente voluta dai vertici di Mattighofen. Un passo progettato nella passata stagione dopo diversi “no” da parte dell’ex alfiere Honda, che tanto ha contribuito all’evoluzione della RC16 nell’ultimo triennio. Non è stato facile per Mike Leitner e Pit Beirer convincere Daniel. “Fondamentalmente non voleva più correre. Quando ha firmato il contratto di collaudatore con noi, era chiaro fin dall’inizio che non voleva disputare nessuna gara. A noi non importava, perché non cercavamo un pilota da corsa, ma un collaudatore“.

Un lungo e certosino lavoro che ha portato a modifiche al telaio della KTM RC16, per certi versi rivoluzionarie. L’obiettivo era costruire un prototipo MotoGP non in base alle richieste di Dani Pedrosa, ma per gli altri piloti. Qui risiede il vero talento dello spagnolo. Adesso la gara sarà un test definitivo. “Il suo compito è sviluppare una moto per i giovani piloti da corsa“, afferma Pit Beirer a Motorsport-Total.com. “Dani è un collaudatore di qualità incredibile, perché non pensa sempre al suo tempo sul giro“.

Un test importante per KTM

Ora che la RC16 ha raggiunto un livello potenzialmente vincente, come dimostrano le vittorie di Miguel Oliveira, Pedrosa ha deciso di rimettersi in griglia. “Secondo me questo è un grande complimento, sia per la squadra che per la moto. Dani si sente pronto. La moto è competitiva. Per noi, una gara è sempre il modo migliore per confrontarsi“. Nessuna aspettativa sui risultati del week-end, KTM non farà nessuna pressione sul tester. “Ma è fantastico per il progetto perché può analizzare le altre moto in pista durante il fine settimana. Può confrontare i punti di forza, i punti deboli, la situazione delle gomme e il processo. Questo ci porterà molto per il lavoro di test“.

La RC16 sarà diversa da quella degli altri piloti KTM. L’ex Honda scenderà al Red Bull Ring con la MotoGP 2022, poi deciderà se ripetersi anche a Misano il prossimo settembre. “Abbiamo apportato alcuni miglioramenti – conclude Pit Beirer -. Non è una moto completamente diversa, ma è diversa dalla moto attuale in ogni dettaglio. È il pacchetto con cui vogliamo correre il prossimo anno“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”