12 Maggio 2024

MotoGP, Jorge Martin perfetto: “Spero che lo vedano…”

Altro capolavoro di Martin, che sente di meritare più di tutti il posto nel team factory Ducati: intanto si gode la leadership nel Mondiale.

MotoGP Le Mans Jorge Martin

Un Gran Premio di Francia 2024 da sogno per Jorge Martin: pole position, vittoria nella Sprint e vittoria nella gara lunga. Queste prestazioni fantastiche lo potrebbero avvicinare alla squadra ufficiale Ducati, che entro fine maggio dovrebbe annunciare chi affiancherà Pecco Bagnaia. Lo ha già detto sabato che non ha molto altro da dimostrare, ritiene di aver fatto praticamente tutto per meritare di vestire la tuta rossa.

MotoGP Le Mans, la felicità di Martin

Il pilota del team Prima Pramac è giustamente al settimo cielo per come ha concluso questo fine settimana in Francia: “Non ho fatto una bella partenza – ha raccontato a Sky Sport MotoGP – e Pecco si è messo davanti. Ho visto che il passo era buono per tenere a distanza gli altri. Ero abbastanza fiducioso, anche perché riusciti a tenere sotto controllo la pressione della gomma anteriore. Sono rimasto lì e poi ci ho provato. Avevo anche pensato di accontentarmi della seconda posizione, però non potevo non provarci. Sono molto felice di aver vinto contro Marc e Pecco, due campioni“.

Martin ha incassato anche i complimenti del suo team manager Gino Borsoi, che ha sottolineato la sua perfezione a Le Mans: “Weekend perfetto, ma non dobbiamo dimostrare niente a nessuno. Dobbiamo correre per noi e per rendere il team Prima Pramac il numero 1“.

Sorpasso su Bagnaia e futuro Ducati

Successivamente al rider madrileno ha spiegato il sorpasso su Bagnaia, andato a buon fine dopo un primo tentativo nel quale Pecco aveva risposto riprendendosi la prima posizione: “Quel sorpasso gliel’ho fatto già l’anno scorso. Lui era molto veloce in inserimento di Curva 3, dopo sicuramente perdeva nello scambio, però era difficile superarlo. La prima volta ci ho provato e sono finito un po’ lungo, la seconda ho rischiato un po’ e ce l’ho fatta. Ho capito molto le sue linee, ho capito dovrebbe potuto sorpassarmi. Ho studiato e ho fatto una gara intelligente“.

Infine, a Martin viene domandato se lo disturba essere messo un po’ in discussione nonostante stia facendo le cose in modo perfetto: “Alla fine ognuno deve correre per sé stesso, senza pensare a cosa diranno gli altri e a cosa succederà. Io non posso controllare i pensieri della gente e quello che vuole fare l’uno o l’altro. Devo correre per me. A volte ti chiedi cosa devi fare ancora, non è facile, però è solo un pensiero. Io cerco di fare al massimo quello che posso controllare. Qualcosa di buono lo sto facendo e spero che chi deve vedere lo veda. Sono ancora in crescita, sto lavorando per essere più forte. Ogni anno miglioro e sono felice per me“.

Foto: MotoGP

Lascia un commento