jorge martin motogp

MotoGP, Jorge Martín: “7-8 piloti in tre curve, spingevo da matti”

Jorge Martín saluta l'Austria con due pole, una vittoria e il 3° posto nella folle gara di ieri. "Quando ho visto che ero sul podio sono impazzito."

16 agosto 2021 - 17:35

Due Gran Premi in Austria nei quali sono arrivati due pole position, una vittoria ed un terzo posto. Jorge Martín ha messo a referto una doppietta al Red Bull Ring davvero notevole, e meno male che è “solo un rookie che deve fare esperienza”… Certo c’è da aggiungere che il finale di questo secondo GP è stato qualcosa di davvero incredibile. L’arrivo della pioggia a pochi giri dalla fine, che ha diviso a metà la griglia MotoGP tra chi rientrava a cambiare moto e chi azzardava con le slick… L’alfiere Pramac ha fatto la prima scelta ed è così che è arrivato il podio, riprendendo sul finale tutti i rivali che avevano tentato l’arrivo con le gomme da asciutto.

Portando un doppio podio Ducati assieme a Pecco Bagnaia. Ma per lui c’era stato un azzardo già nella parte di gara asciutta, ovvero la scelta della hard anteriore mai provata prima nel fine settimana. “Ho visto che tutti piloti la sceglievano e mi sono detto che effettivamente poteva fare tanto caldo, proviamo.” Un ottimo inizio, a cui è seguito qualche problema. “Tanti piloti erano molto aggressivi, come Quartararo, il mio compagno di box, Márquez… Sono riuscito comunque a stare nel gruppo davanti, ma quando ho cercato di superare Pecco sono andato largo e la mia gara era andata: stando dietro surriscaldavo tanto l’anteriore e mi partiva spesso.”

La situazione in seguito era un po’ migliorata. “Quando mi sono staccato è andata meglio e sono riuscito a recuperare qualcosa.” Ma ecco arrivare la pioggia. “Mi sono preso i miei rischi, era necessario se volevo il podio, ma il grip era buono nonostante tutto. Finché non siamo passati nel terzo settore, in cui pioveva davvero.” Al che Márquez, a capo del sestetto, s’è fermato e tutti l’hanno seguito (tranne Binder). “Sono un rookie e ho bisogno di fare esperienza, mi sono basato su quello che ha fatto Marc. Ho visto che altri invece continuavano, ma era comunque un azzardo perché potevo finire con una caduta.” 

Un piccolo errore nel flag-to-flag dettato dalla foga e da un po’ di nervosismo, per poi tornare in pista. “Mi sono ritrovato comunque in terza posizione, anche se non è stato facile.” Ma nell’ultimo giro eccolo scatenato in rimonta. “È stato incredibile: ho passato 7/8 piloti in tre curve, stavo spingendo da matti.” Senz’aver nemmeno capito la posizione finale di una gara così pazza. “Pensavo di aver chiuso tipo 6°, poi quando ho visto che ero sul podio ero impazzito, più della scorsa settimana!” Un doppio round austriaco pazzesco per Martín, che guarda con ottimismo all’evento a Silverstone. “È una delle mie piste preferite, sono sempre stato rapido e la Ducati va forte.”

Foto: motogp.com

1 commento

Max75BA
21:25, 16 agosto 2021

Se il campionato procederà in questo modo, Bagnaia o Miller dovranno cedergli il posto…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Valentino Rossi non si arrabbia più”

mir motogp misano test

MotoGP, Suzuki sul motore 2022: “Non una rivoluzione, uno sviluppo”

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, primo contatto con la nuova Honda RC-V