MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Valentino Rossi sa sfruttare le circostanze”

Jorge Lorenzo alle Maldive getta il suo sguardo sulla prossima stagione MotoGP. Parla di Valentino Rossi, Marc Marquez e di Pol Espargarò.

10 marzo 2021 - 15:24

Jorge Lorenzo interviene dalle Maldive per chiarire la vicenda social con Crutchlow, Miller ed Aleix Espargarò. L’occasione è buona anche per gettare uno sguardo sul campionato MotoGP ancora in fase di preseason. Delle sue ex Ducati e Honda e del vecchio rivale Valentino Rossi. In una chiacchierata con Nico Abad sul suo canale Twitch, il maiorchino ha parlato di cosa sarebbe successo alla sua carriera sportiva se avesse continuato con Ducati o Honda. “Se avessi continuato con la Ducati, io penso che sarei competitivo. Quando mi sono adattato alla Ducati nel 2018 il passo successivo sarebbe stato quello di lottare con Marquez per il campionato. Ci sarei riuscito perché insieme a Dall’Igna avremmo avuto la moto quasi perfetta e saremmo volati“.

Honda e Marc Marquez

La sua carriera in Honda rovinata dall’infortunio di Assen. Con l’assenza di Marc Marquez nel 2020, il team Repsol Honda avrebbe concentrato l’attenzione . “Probabilmente avremmo ottenuto buoni risultati“. Uno dei rivali più forti affrontati nella sua lunga carriera in MotoGP è senz’altro Marquez: “Non ho mai visto un pilota come lui. La prima volta che l’ho visto, prima di Austin 2013, mi ha sorpreso con la sua guida“. Il fenomeno di Cervera sta per tornare, ma sarà in grado di essere subito ai suoi livelli? “Adesso affronta un Everest fisico e mentale. Marc non si allena da un anno. Se qualcuno può tornare, in una circostanza che non è mai accaduta nel motociclismo, è lui, perché è così speciale che può farlo. Ma questa caduta sarà sempre nella testa. Ho il dubbio se vedremo quel Marc che ha rischiato tanto”.

Pol e Valentino

Nell’altro angolo di box troverà un pilota in crescita come Pol Espargarò, arrivato con la chiara intenzione di vincere il titolo MotoGP. “Pol in questi anni è diventato un po’ più professionale. I risultati lo hanno accompagnato e ha molta esperienza. Sembra che il suo stile di guida si adatti bene a quella Honda che richiede aggressività, buona frenata e violenza in frenata e gas. Pol è uno dei più aggressivi… credo che possa fare bene“. Infine una battuta su Valentino Rossi che è ormai agli sgoccioli di una leggendaria carriera. “Valentino può vincere le gare, non so per il Mondiale, perché devi avere tutto a tuo favore. Ha il talento e l’esperienza, non ci si può fidare di un Valentino Rossi che sa sfruttare tutte le circostanze a suo favore. Sta facendo qualcosa di unico e insolito“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
18:01, 12 marzo 2021

Che diplomazia JR … ti hanno vacinato contro il TURPILOQUIO VIRUS ?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

petrucci lecuona motogp

MotoGP: KTM Tech3 a Portimao, ricordando l’impresa di Oliveira…

MotoGP, Marc Marquez a Portimao

MotoGP, Marc Marquez: il fisioterapista racconta il lungo calvario

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Aprilia-Dovizioso: secondo test al Mugello oppure piano B