MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo si consola con il ritiro della Huayra

Jorge Lorenzo ritira la sua Pagani Huayra Roadster. Un bel modo di consolarsi dopo aver dovuto rinunciare ad ogni wild card nella stagione MotoGP 2020.

30 maggio 2020 - 22:58

Jorge Lorenzo può finalmente godersi l’ultimo pezzo da novanta del suo garage, una Pagani Huayra Roadster. Un regalo personale che l’ex campione MotoGP si è voluto fare, quasi in contemporanea all’annuncio del suo nuovo contratto da collaudatore con Yamaha. L’hypercar da oltre 2 milioni di euro è arrivata a quattro mesi di distanza dall’acquisto presso la sede del costruttore modenese. La Pagani Huayra Roadster, presentata per la prima volta al Salone di Ginevra 2017, conta solo 100 esemplari al mondo. Ha un peso di soli 1.280 kg grazie alla scocca in fibra di carbonio. Il cuore pulsante è V12 biturbo di Mercedes-AMG, unità propulsiva da 6.0 litri che eroga 764 CV di potenza e 1.000 Nm di coppia massima, raggiungendo una velocità massima di 388 km/h.

La consegna è avvenuta con un certo ritardo a causa dell’epidemia di Coronavirus. L’azienda di San Cesario sul Panaro, che conta 170 dipendenti, ha chiuso in via precauzionale per una settimana. Jorge Lorenzo ha ritirato il suo gioiello presso il rivenditore di veicoli di lusso Loris Kessel Auto, in Svizzera. Un momento che il tester Yamaha ha voluto condividere con tutti i suoi fan attraverso un video Instagram. Un bel premio di consolazione per Jorge Lorenzo che nella stagione MotoGP 2020 dovrà rinunciare alla possibilità di scendere in pista da wild card. Probabilmente la casa di Iwata organizzerà un test privato nel corso dell’anno per limare alcuni dettagli sul prototipo 2020-2021, dopo il congelamento di motore e aerodinamica. Ma ogni novità in queste due aree potrebbe essere messa nel cassetto per il futuro.

Jorge Lorenzo attende di conoscere il suo futuro professionale. Con Yamaha ha firmato un contratto annuale come tester. Inoltre era in procinto di cominciare la carriera di commentatore televisivo (forse con BT Sport), ma dovrà rimandare l’esordio a causa della crisi sanitaria. Da escludere un ritorno alle corse per la stagione MotoGP 2021. E probabilmente questo stop coatto ha messo definitivamente fine ad ogni speranza di rimettersi in gioco.

Video e foto Instagram

1 commento

dinosaur_14861264
8:40, 31 maggio 2020

Ma ogni giorno ci dovete dire cosa fa questo personaggio inutile?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Ducati al test di Misano 2020

MotoGP, Ducati GP20 ‘spy’: scarico dritto e nuovi dettagli aerodinamici

Tavullia, da Valentino Rossi

Valentino Rossi: Tavullia meta di fan MotoGP e gastronomia

Sandra Neri, moglie di Davide Tardozzi

MotoGP: l’abbraccio a Davide Tardozzi, l’ultimo saluto a Sandra