MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Quartararo spina nel fianco di Vinales”

L'ex pilota MotoGP Jorge Lorenzo interviene sulla vicenda Yamaha-Maverick Vinales: "L'arrivo di Fabio Quartararo ha peggiorato la situazione".

15 agosto 2021 - 18:05

Gara MotoGP conclusa al Red Bull Ring, ma a tenere banco è ancora l’argomento Maverick Vinales. Il pilota di Roses è rimasto fuori dal paddock in questo week-end dopo la sospensione da parte di Yamaha. Colleghi e addetti ai lavori sono intervenuti sulla vicenda, compreso l’ex pilota e pentacampione Jorge Lorenzo. Il maiorchino conosce bene l’ambiente di Iwata, ha corso nove stagioni in sella alla M1 oltre ad un anno da collaudatore “parti time”. Con Yamaha ha vinto tre titoli iridati, condiviso il box con Valentino Rossi, strappandogli un sigillo mondiale all’ultimo Gran Premio del 2015.

Nel week-end austriaco Jorge Lorenzo ha espresso il suo parere su quanto accade tra il costruttore giapponese e Maverick Vinales. “Non sorprende che i rapporti non siano dei migliori. Ma nessuno si aspettava che alla fine della stagione si separassero. La Yamaha ha accettato perché i risultati non erano quelli che la squadra voleva“. L’ex pilota MotoGP prova a restare equilibrato nei commenti: “Giudicare dall’esterno è facile, ogni pilota ha il suo carattere“.

Allo stesso tempo riesce a comprendere il punto di vista del collega e connazionale. La presenza di Rossi prima e di Quartararo poi non ha facilitato la sua impresa. “Vinales ha bisogno di sentirsi voluto dalla squadra, cosa che in Yamaha non ha trovato. Sono andato via per altri motivi, non per i risultati“. Jorge Lorenzo ha lasciato il team di Iwata per scommettere sulla Ducati, impresa riuscitagli parzialmente e conclusa proprio quando i risultati iniziavano ad arrivare. “Per motivazione, dopo anni nella stessa squadra, volevo qualcosa di diverso per sentirmi più vivo. Con l’arrivo di Quartararo le cose sono peggiorate per Vinales“.

Per i tuoi massaggi Thai

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

zaccone moto2

ESCLUSIVA Alessandro Zaccone: “In Moto2 ‘dal nulla’ è già un successo”

american racing team moto2

Moto2: American Racing Team, ecco il “sogno americano” del 2022

MotoGP, Darryn Binder

MotoGP, Razali: “Facile criticare la scelta di prendere Binder”