MotoGP, Jorge Lorenzo: “Possiamo essere competitivi come a Barcellona”

Marc Márquez arriva ad Assen con un buon margine in classifica iridata. Jorge Lorenzo vuole mostrarsi competitivo come nel precedente GP.

25 giugno 2019 - 13:16

Repsol Honda Team si prepara per l’appuntamento di Assen, ottava tappa della stagione 2019. Marc Márquez arriva con un margine di ben 37 punti sul primo degli inseguitori. Per quanto riguarda Jorge Lorenzo, bisogna dimenticare in fretta l’errore a Barcellona, che ha provocato la caduta di altri tre piloti. Honda poi celebra il 60° anniversario proprio in questa occasione: verranno mostrate moto storiche nel corso del fine settimana, oltre a ricordare i piloti di successo con la casa dell’ala dorata.

Marc Márquez vanta un bella striscia di risultati, visto che ha chiuso sul podio in tutti e sei i GP disputati nella categoria regina, vincendo una volta. “Quello di Assen è un tracciato in cui bisogna essere molto precisi” ha dichiarato il leader iridato. “Bisogna essere veloci nei cambi di direzione, ma in generale è difficile essere costanti su questa pista. In passato abbiamo disputato belle battaglie, regalando spettacolo a tutti i fan presenti. Sono sicuro che anche quest’anno daremo vita ad una gara combattuta.”

Come detto, Jorge Lorenzo vuole voltare pagina e dare una svolta ad una stagione finora difficile. Il maiorchino si è poi lasciato alle spalle l’importante incidente di cui si è reso protagonista nei test in Catalunya. “Arriviamo ad Assen dopo aver disputato il nostro miglior fine settimana a Barcellona. Certo, il finale non è stato quello che ci saremmo aspettati, ma per tutto il weekend siamo stati competitivi e abbiamo migliorato la moto. Questo è ciò che puntiamo a fare qui ad Assen. Se continuiamo a lavorare così, ritroveremo la velocità che abbiamo mostrato a Barcellona.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Rivola: “Iannone ed Espargaró? Normale parlino con altri team”

fabio di giannantonio

ESCLUSIVA Fabio Di Giannantonio: “Devo diventare più costante”

Valentino Rossi e Lewis Hamilton

Lewis Hamilton: “Il test con Valentino Rossi mi rende nervoso”