MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Non è il test ideale per Valentino Rossi”

Jorge Lorenzo commenta i test MotoGP in Qatar. Dalle Maldive parla di Valentino Rossi, Jack Miller, Joan Mir, Alex Rins, Miguel Oliveira, dei piloti Yamaha.

11 marzo 2021 - 19:43

Dalle Isole Maldive Jorge Lorenzo continua a bussare alle porte della MotoGP con battute e commenti. Dopo le schermaglie a distanza con Jack Miller e Aleix Espargarò, commenta i test IRTA prima del termine della penultima giornata. Sotto la sua lente di ingrandimento finiscono alcuni piloti Ducati, Pol Espargarò, Valentino Rossi, gli alfieri Suzuki, Jorge Martin e Miguel Oliveira.

Il super crono di Jack

Archiviate le polemiche e le battute sagaci, riconosce all’australiano della Ducati di aver compiuto un gran giro mercoledì, stabilendo il record del circuito di Losail. “Quello del Qatar è sempre stato un tracciato amichevole per Ducati e e Miller ne ha approfittato avendo un ottimo ritmo ed essendo molto esplosivo in un giro. Al momento è il più forte del marchio ed uno dei favoriti per la prima gara. In quest’ultima giornata è stato il pilota con il maggior numero di giri sotto 1,55, il che dimostra il suo ottimo ritmo. Sembra essere più a suo agio con la M1 2021 rispetto a quella 2020 e questa volta si è concentrato molto sul passo gara piuttosto che su un giro esplosivo“.

Yamaha, Pol e KTM

Le Yamaha, anche nella quinta giornata di test MotoGP, hanno dimostrato di essere veloci sul singolo giro. Vinales “ieri era il miglior pilota con il miglior ritmo dopo Quartararo. Abbiamo visto molte volte come, dopo alcuni test promettenti, Maverick non abbia raggiunto il risultato atteso in gara. Quindi speriamo che questa volta possa fare una buona partenza e imporre il suo ritmo con serenità“.

Jorge Lorenzo passa al vaglio le prime uscite di Pol Espargarò in sella alla Honda RC213V. “Senza dubbio è la più grande sorpresa di questi test. E’ sempre stato molto talentuoso e un pilota aggressivo, ma non mi aspettavo che la prima volta che fosse entrato in contatto con la moto sarebbe stato il migliore della Honda“. Sottotono, invece, le KTM. “Mi aspettavo molto da KTM ma forse il Qatar non è il tracciato ideale. In ogni caso Miguel Oliveira è il pilota più forte del marchio austriaco, lo ha dimostrato alla fine dello scorso anno“.

Mir il favorito

Il favorito per il titolo MotoGP 2021 resta il maiorchino Joan Mir, anche se finora non ha particolarmente brillato. “E’ il campione in carica e perciò il favorito per il Mondiale, ma non significa che sarà il favorito in Qatar. Forse a causa del lungo rettilineo e delle caratteristiche, questa pista non è la migliore per Suzuki e nemmeno per Mir. Ma mi aspetto che lotti per il podio“. Su Alex Rins: “Ritmo e velocità sono simili al compagno di squadra. Una grande rivalità li attende per decidere chi vincerà“.

Il Dottore e il rookie Martin

Infine una battura sull’ex rivale Valentino Rossi che nelle prime uscite con la M1 Petronas è sembrato in difficoltà. “Probabilmente non è il test ideale per Valentino, ma Rossi è un pilota veloce e avrà ancora altri due giorni di test prima che tutto inizi ad avvicinarsi“. E sul rookie Jorge Martin: “Il primo contatto con una MotoGP non è mai facile per nessuno – ha concluso Jorge Lorenzo –, specie con una moto potente e aggressiva come la Ducati“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Razlan Razali e Johan Stigefelt

MotoGP, Razali-Yamaha verso la firma: Valentino Rossi guarda oltre

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”