MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Marc Marquez troppo fiducioso”

Jorge Lorenzo commenta la quinta tappa MotoGP a Le Mans. Il successo di Jack Miller, la risalita di Valentino Rossi e la caduta di Marc Marquez.

18 maggio 2021 - 15:44

Prima gara sul bagnato a Le Mans, con 30 cadute registrate nella sola classe MotoGP (117 in totale). Anche il pentacampione Jorge Lorenzo ritiene necessario posticipare la data francese nei calendari futuri. Nel corso del suo programma YouTube ’99 secondi’ ha toccato vari argomenti in merito al week-end sul circuito Bugatti, che ha visto trionfare ancora una volta la Ducati di Jack Miller dopo il trionfo di Jerez. Uno scatto di mentalità che evidenzia la maturità dell’australiano già dallo scorso campionato. “È andato bene e quando gli è capitata l’occasione flag to flag, di cui è specialista, e ne ha approfittato. Jack stava recuperando terreno da un Quartararo che con le caratteristiche della Yamaha non è così forte e pericoloso come sull’asciutto. Jack è stato paziente e lo ha superato con un ritmo superiore“.

I complimenti a Fabio

Ammirevole anche il podio di Fabio Quartararo, nonostante fosse reduce da un intervento all’avambraccio e avesse a disposizione una Yamaha M1 ancora precaria sul bagnato. Riconquista inoltre la leadership del Mondiale MotoGP. “Non è stata una cosa facile, perché è tornato da un’operazione complicata e ha ottenuto la pole. La Yamaha stava andando male sotto la pioggia battente. In gara è partito con la seconda moto e non ha perso molto tempo con Miller, limitando così i danni. In queste condizioni un podio vale quanto una vittoria“.

Mancata occasione per Marc

La tappa di Le Mans ha visto Marc Marquez cadere ben due volte in gara, quattro nel fine settimana. Al di là del risultato, sembra tornato il pilota tenace che ha fame di vittorie e primato. “Sotto la pioggia si è sentito meglio ed è risalito velocemente – commenta Jorge Lorenzo -. Prima del cambio moto aveva già superato Fabio nella pit-lane. Le circostanze sembravano essersi alleate con lui e sembrava che stesse per ottenere la prima vittoria dopo tanto tempo. L’ho visto un po’ troppo fiducioso e ho cominciato a temere per la sua caduta. Un vero peccato perché era vicino alla sua prima vittoria da tanto tempo“.

Valentino in risalita

Infine Jorge Lorenzo commenta l’11° posto di Valentino Rossi, che sembra uno spiraglio di luce in fondo al tunnel, dopo un inizio di stagione MotoGP in salita. “È stato molto più veloce delle altre gare. Abbiamo visto un Valentino simile a quello del 2020, che era tra i primi 10. Spero che questi miglioramenti siano dovuti ai test di Jerez e siano confermati per le prossime gare“.

4 commenti

marcogurrier_911
21:40, 18 maggio 2021

No caro Jorge, smania solo dalla voglia di urlare al mondo il peso del suo talento, visto che non da tutti gli viene riconosciuto (poco saggi al 90% italiani e antisportivi )
P s : parla meno exJl99

    makiland
    12:05, 19 maggio 2021

    Anzi … non parlare proprio …

      makiland
      12:09, 20 maggio 2021

      Se essere antisportivo vuol dire DETESTARE un personaggio meschino e maligno come JL allora lo sono e ME NE VANTO !

        makiland
        12:09, 20 maggio 2021

        JL … lui si che NON E’ MAI STATO SPORTIVO …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto2 morbidelli sachsenring

Moto2, Italia vincente al Sachsenring solo con Morbidelli. Ed in 250cc…

La Honda RC213V nel test in Catalunya

MotoGP, Alberto Puig: la Honda “total black” resta top secret

MotoGP, Franco Morbidelli e Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Il Sachsenring è una pista diversa”