Jorge Lorenzo

MotoGP: Jorge Lorenzo-Honda è un calvario, ma chi molla paga

Venerdì di Aragon amaro per Jorge Lorenzo, ma né il pilota né Honda hanno intenzione di gettare la spugna per prima. In ballo milioni di euro.

20 settembre 2019 - 19:27

Un’altra giornata da dimenticare per Jorge Lorenzo che al termine del venerdì di Aragon è 20esimo con un gap di 2,8″ da Marc Marquez. L’impressione è che nessuno, né il pilota né HRC, voglia mollare la presa e attenda che sia l’altro a fare la prima mossa. In ballo ci sono milioni di euro, in quanto il contratto prevede un risarcimento danni da stabilire in base ai relativi danni inflitti in caso di addio anticipato.

Quindi si continua con il lungo calvario di Jorge Lorenzo in sella ad una RCV che non ha mai apprezzato per la sua aggressività. “Non penso al divertimento, penso a trarre il meglio da ogni situazione e la mia situazione adesso è complicata. Per la lesione, per la mancanza di ritmo… spero di andare meglio – ha riassunto il maiorchino a Sky Sport -. Quando stai lottando per qualcosa di importante devi divertirti di più, non c’è dubbio. Il dolore alla spalla non mi aiuta, ma se sono così indietro è per il feeling con la moto. Non la sento bene su nessun posto del circuito e quindi perdo tempo dal più veloce“.

L’unico a riuscire a far decollare la Honda è Marc Marquez, il fronte dei ‘perplessi’ s’infoltisce con Cal Crutchlow, che lamenta un cattivo feeling con l’anteriore. Poco importa il parere degli altri se HRC si appresta a vincere il sesto titolo negli ultimi sette anni. Alberto Puig deve usare diplomazia con una certa difficoltà: “Avere un pilota davanti non è sempre un problema – ha commentato su DAZN -. La cosa brutta è avere piloti che non sono davanti, perché ne vince solo uno. Se ne hai uno che è sempre davanti, è sempre avanti. Il problema è per coloro che non sono avanti con la stessa moto“. Jorge Lorenzo si sta rivelando un passo falso nella sua gestione, un boccone difficile da ammettere e digerire. “Non si è adattato alla moto. Stiamo cercando di aiutarlo, ma deve avvenire l’incontro tra il pilota e la moto“.

2 commenti

mauro.an_14291662
14:41, 21 settembre 2019

Honda finirà in guai grossi se nel 2021 MM93 deciderà di provare a vincere con un’altra moto, un passaggio irrinunciabile nella sua carriera per raggiungere e superare l’odiato VR46….

msalemi200_1198141
5:54, 21 settembre 2019

Puig si dimostra per l’ennesima volta quello che è, ovvero un piccolo uomo! Quello che dava a Pedrosa info sbagliate costringendolo ad andare al limite anche quando non serviva, e questi cadeva e si faceva male!! Sinceramente non capisco come HRC gli dia tutto questo credito, il giorno in cui Marquez smette di fare il fenomeno, smetteranno anche di vincere, visto che la moto è costruita attorno a lui, mentre gli altri arrancano!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Mick Doohan

MotoGP, Marc Marquez a Phillip Island per un altro storico record

Johann Zarco

MotoGP, il ritorno di Johann Zarco: tanti dubbi sul futuro

valentino rossi

MotoGP, Phillip Island: Viñales per il 3° posto, 400 GP per Rossi