Jorge Lorenzo e Andrea Iannone

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Andrea Iannone mi ha convinto”

Jorge Lorenzo e Andrea Iannone si ritrovano a Lugano. I due piloti MotoGP sembrano aver avviato un bel rapporto di amicizia negli ultimi tempi.

5 maggio 2020 - 20:57

Jorge Lorenzo e Andrea Iannone vivono a Lugano e sono due dei personaggi più eccentrici del paddock MotoGP. Vivono la loro vita senza troppi freni e non hanno mai nascosto il loro piacere per la mondanità. Il pilota Aprilia dallo scorso dicembre attraversa uno dei periodi più difficili della sua carriera, da quando gli hanno notificato la sospensione della licenza per un presunto caso di doping. Dopo una prima battaglia legale con la FMI ha ricevuto una condanna a 18 mesi, adesso toccherà al Tas confermarla o annullarla.

In questo periodo pochissimi piloti della MotoGP hanno contattato Andrea Iannone per una parola di conforto. Tra questi Jorge Lorenzo che ha deciso di incontrare il pilota abruzzese. “Sono tutti tuoi amici quando le cose vanno bene, ma molti scompaiono quando hai dei problemi“, ha scritto sul suo profilo social. “Non mi considero un amico di Andrea Iannone e non ho mai caricato una foto con lui. Quindi, forse perché mi è sempre piaciuto fare il contrario, non vedo un momento migliore che farlo oggi, quando sicuramente ne ha più bisogno“.

Negli ultimi tempi i due alfieri della MotoGP sembrano molto vicini. “Ieri siamo andati a fare una passeggiata sul lago e abbiamo chiacchierato un po’. Abbiamo riso ricordando alcuni aneddoti e gli ho anche chiesto del suo problema – ha proseguito Jorge Lorenzo -. Lui è l’unico che conosce la verità, ma mentre lo ascoltavo l’ho visto sereno e le sue argomentazioni mi hanno convinto. Come tutti, sicuramente Andrea ha fatto degli errori in passato, ma credo che questa volta l'”errore” non sia stato volontario. Quindi spero e desidero che prima o poi sia considerato libero di praticare ciò che sa fare meglio. Alla fine, il suo “carattere” può piacere o no, ma è chiaro che il ragazzo ha talento e velocità. E come ho detto ieri: “Il talento non si compra né si dimentica“.

2 commenti

ppastoremmaur_14959043
18:47, 17 agosto 2020

FMI in realtà non avrebbe potuto per scelta intromessa contro Iannone. Tale intromissione, merita indagine giudiziaria non sportiva. Difatti doping complica non altera risultati in motociclismo ed escludere per testaggi antidoping è dabbenaggine antitecnologica ignoranza antiscientifica e contrarietà a leggi politiche di Stati.
Sanzione fatta valere da circostanze cui molti collusi ma specialmente stessa agenzia antidoping, creduta e obbedita come fosse banda di preti inquisitori circondati da fanatici idolatri… Ma è peggio, è pura idiozia tipo di interessamento e provvedere stesso accaduti, cioè, peggio che sciocchi con idoli.
M. P.

matteochiarello197_14424442
8:31, 6 maggio 2020

Buon x te mr Lorenzo,è bellissimo vedere che stai diventando l’amico fedele di tutti i piloti!!se posso,non prenderla a male x i commenti di Agostini(tra l’altro qualcosa deve pur saperla),poi,non ha minimamente offeso nessuno!!noto cmq,che quando un pilota è imbattibile, o quasi,è arrogante, si sente un dio e tutto questo è assolutamente umano e comprensibile…..ma nel momento della discesa,diventano tutti amabili e simpatici!tanto di cappello cmq x il coraggio e la pazzia che mettete in pista,mostruosi tutti!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

rins motogp

MotoGP: Alex Rins, finalmente il podio! Con ‘saluto’ e dedica a Luis Salom

marini moto2

Moto2, Luca Marini vince ancora: “Lowes molto veloce, poi la gomma è calata…”

MotoGP, Fabio Quartararo in Catalunya

MotoGP, Fabio Quartararo in stile Gomorra: “La mia vittoria più bella”