Jorge Lorenzo, ultima gara a Valencia

MotoGP, Jorge Lorenzo addio o arrivederci? “Mai dire mai…”

Jorge Lorenzo corre la sua ultima gara a Valencia, conclusa con un 13° posto. Saluta i suoi tifosi sotto la tribuna, ma per molti è solo un arrivederci.

17 novembre 2019 - 15:24

Termina la carriera di Jorge Lorenzo a Valencia, con un 13° posto che offre un piccolo contributo alla casa Honda per la Triple Crown. Obiettivo raggiunto dalla casa nipponica, giornata di celebrazioni anche per il maiorchino subito dopo il traguardo. Va a salutare i suoi tifosi sotto la tribuna, affonda per l’ultima volta la sua bandiera nella ghiaia. E dice addio, o forse è un arrivederci. Perché il pilota delle Baleari ci ha abituato sempre a dei colpi di scena. “In condizioni molto estreme era difficile non riportare cadute. Quando ho visto che il feeling non era buono non ho voluto superare il mio limite… Sono felice di poter festeggiare la Tripla Corona, merito delle vittorie di Marquez, la squadra è soddisfatta“.

A 32 anni ha deciso di dire addio alla MotoGP. Vuoi per le condizioni fisiche ancora precarie, vuoi per una RC213V che poco avrebbe cambiato nel 2020 rispetto all’attuale. Di certo rivedremo Jorge Lorenzo molto presto all’interno del paddock e saranno in molti a offrirgli un posto per il 2021. Non lo esclude il maiorchino, che per certi versi si è ritrovato costretto a prendere questa decisione per non rovinare la sua fame di campione. A fine gara va a festeggiare sotto il podio il 12° trionfo stagionale di Marc Marquez. “Nella vita mai dire mai, tutto può cambiare. In questo momento credo sia una decisione definitiva, ma non so cosa potrò sentire tra alcuni mesi o un anno. Sono aperto ad ascoltare tutte le proposte – ha detto a Sky Sport MotoGP -. Ho fatto 17 anni di corse, non posso chiedere di più, sono orgoglioso. Vediamo cosa mi aspetta nel prossimo capitolo della mia vita“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Sumi: “Sulle gomme di Rossi dobbiamo capirci meglio”

razali stigefelt petronas srt

Razlan Razali (Petronas SRT): “Yamaha contenta del nostro lavoro”

MotoGP, Valentino Rossi e Danilo Petrucci

MotoGP, mercato piloti: Ducati-Yamaha destini incrociati