MotoGP, Johann Zarco con Michele Pirro

MotoGP, Johann Zarco: “Vincere è possibile, voglio sorprendermi”

Johann Zarco ha girato a Jerez con una moto stradale. Dopo la stagione MotoGP 2020 con Avintia è pronto a lottare per le posizioni di vertice.

22 gennaio 2021 - 14:06

Johann Zarco ha completato 37 giri nella seconda giornata a Jerez, in sella alla sua Panigale V4S, scendendo in pista poco prima delle 15:30. Il pilota MotoGP ha approfittato anche dell’ultima ora di test per stabilire i suoi tempi migliori fino a firmare un 1’45″782, a tre decimi da Michele Pirro. La pioggia ha interrotto la sua preparazione invernale, ma per il francese del team Pramac seguiranno altre giornate in pista. “Avevo programmato due giornate di qualità perché c’erano solo piloti Superbike e poca gente in pista, quindi è stata l’occasione per fare un ottimo allenamento. Purtroppo ci sono stati due giorni di pioggia e con una moto da strada preferisco non allenarmi sotto la pioggia, perché c’è troppo da cambiare“.

Nel mese di febbraio Johann Zarco terrà altre sedute di allenamento in Spagna con la moto stradale. In attesa di prendere confidenza con il suo nuovo team e la Ducati Desmosedici ufficiale ad inizio marzo. Dopo il rilancio con Avintia, il francese vuole riprende a lottare costantemente per le posizioni di testa. “Nel 2020 ho imparato molto sulla Ducati – ammette a MotoGP .com -. Ho avuto anche buone prestazioni, ma non con una buona costanza durante la stagione“. Terzo posto a Brno, quinto a Le Mans. Ma simili risultati non devono essere l’eccezione. “Vorrei fare come Jack Miller nel finale di stagione scorsa, lottare per il podio e la vittoria“.

Johann Zarco prevede una stagione 2021 molto serrata, dopo un 2020 impegnativo e imprevedibile. “Nel 2020 tanti piloti hanno pensato di vincere e abbiamo anche un nuovo campione con Joan Mir. Significa che quasi tutto è possibile , tutti erano molto veloci e solo essere tra i primi 10 a volte è stato difficile. Quindi penso che avremo prestazioni simili, con piloti che conoscono già molto bene la loro moto e possono controllarla molto bene. Sarà difficile ma da parte mia vorrei essere efficiente per continuare a sognare“. L’obiettivo sarà conquistare almeno una vittoria. “Penso sia qualcosa di possibile. Se inizio bene la stagione e controllo bene la moto posso anche sorprendermi“.

3 commenti

makitari_15179021
17:32, 22 gennaio 2021

Dopo tutte le crisi isteriche di Zarco come si fa a dargli
ancora credito. Una mina vagante che alla prima difficoltà divente isterico e fa rischiare la vita a tutti gli altri … ma per favore … Ha avuto moltissime occasioni per far valere il suo potenziale e invece … spesso … ha solo fatto vedere quanto sia isterico !

    Max75BA
    18:30, 22 gennaio 2021

    …potrebbe essere l’anno della maturità…

      makitari_15179021
      18:32, 23 gennaio 2021

      Bravo … per farlo correre dovrebbero fargli una perizia psichiatrica !
      Se fossi un manager di moto gp non lo prenderei neanche a pulire pezzi con il gasolio … Poverino …
      Le licenze dovrebbero darle ai sani di mente e negarle a quelli che mettono a repentaglio la vita degli altri, non per un titolo Mondiale … ma per una misera posizione in più nell’ ordine di arrivo, ma parliamo della posizione dal 10mo in giù … Ma per favore …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp

MotoGP: marzo si apre con le presentazioni Petronas SRT e Suzuki

villa - mondiale motogp

MotoGP, la storia: le sfide tra fratelli nella stessa categoria (parte 1)

MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sarà divertente nel box con Valentino Rossi”