MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco sulla scia Ducati di Jorge Lorenzo

Johann Zarco archivia la prima stagione MotoGP in Ducati con una pole e un podio. La speranza è di avere un exploit, come Jorge Lorenzo, nel secondo anno.

28 gennaio 2021 - 15:10

Johann Zarco punta ad una stagione MotoGP 2021 all’insegna del riscatto personale. Per dimenticare la brutta annata 2019 con KTM e un esordio parzialmente opaco con la Ducati del team Avintia. Nella sua prima esperienza con la Rossa ha ottenuto una pole position e un podio a Brno, ma nel 2021 ha necessità di alzare l’asticella ulteriormente. Magari sulla scia di quanto fatto da Jorge Lorenzo nella sua esperienza biennale con Borgo Panigale. Il maiorchino ha esordito sulla Desmosedici GP con tre podi nel 2017, prima dell’exploit l’anno successivo, quando ormai era troppo tardi per i tempi del mercato piloti.

Nella storia della MotoGP l’unico a trionfare con Ducati al primo colpo è stato Casey Stoner nel 2007, da allora il team emiliano non ha più centrato il titolo iridato. Al primo assaggio in molti hanno dovuto tirare i remi in barca in sella al prototipo italiano. Si pensi a Valentino Rossi, lo stesso Andrea Dovizioso, Danilo Petrucci, Jack Miller, Pecco Bagnaia. Nel 2020 Zarco ha ottenuto tre top 5 per il 13° posto finale. Ma durante la seconda metà della stagione ha dovuto fare i conti con i problemi al posteriore nella seconda parte di gara. Spesso il francese ha utilizzato gomme più morbide rispetto agli avversari, un vezzo che era tipico anche di Jorge Lorenzo.

Gomme e stile di guida

Molto è cambiato nella seconda stagione in Ducati, una curva di apprendimento che Zarco spera di ereditare dall’ex pilota di Maiorca. “È possibile. È vero che quando Jorge ha iniziato ad avere un buon feeling [sulla Ducati] stava partendo bene e poi ha rallentato, io ho quasi la stessa situazione“, commenta a Crash.net. I risultati di Jack Miller sono incoraggianti in tal senso, come dimostrano i due podi conquistati nelle ultime due gare della stagione MotoGP 2020. “So che è possibile [mantenere il ritmo]. Ma so anche che forse ci sono cose da cambiare nel mio stile di guida, ma dirò anche che ci sono cose molto positive nel mio stile di guida che voglio mantenere“.

A sua disposizione avrà una GP21 alla pari dei piloti factory e del neo compagno di squadra Jorge Martin. L’attenzione non sarà rivolta solo alla scelta delle gomme, ma anche alla giusta scelta in termini di set-up. “Non si tratta solo di scegliere la gomma più morbida“, ha aggiunto Johann Zarco. “Penso che dobbiamo lavorare meglio per trovare un migliore assetto con le sospensioni. Penso che sia una combinazione tra il mio stile e la moto che ancora non combacia perfettamente. Ma questa combinazione sta arrivando, siamo sulla buona strada“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini a Losail

VIDEO MotoGP Qatar: Le immagini della giornata di shakedown, Bastianini parte a razzo

MotoGP, Luca Marini a Losail

LIVE MotoGP Qatar: diretta Test Losail day-1 in tempo reale

suzuki motogp

MotoGP: I colori Suzuki 2021 per il campione Joan Mir ed Alex Rins