zarco motogp

MotoGP, Johann Zarco: “Sfruttare bene la rabbia per la caduta a Valencia”

Johann Zarco per il riscatto nell'ultimo GP del 2020. Il francese determinato a chiudere bene con l'attuale squadra. "La pista mi è piaciuta, speriamo di adattarci velocemente."

20 novembre 2020 - 7:46

Un pizzico di rabbia, ma soprattutto tanta voglia di riscatto e di chiudere al meglio con l’attuale team, prima del cambio. Queste le sensazioni che animano Johann Zarco, rinato dopo un 2019 complesso. Il passaggio a Ducati l’ha aiutato a ‘ricostruirsi’, a ritrovare il giusto livello di fiducia. L’alfiere Esponsorama Racing vanta una pole ed un podio finora come risultati di rilievo, ma non si dice del tutto soddisfatto del suo 2020. L’importante però è aver ritrovato la velocità ed il giusto feeling con la Desmosedici, passi questi che gli hanno permesso la ‘promozione’ in Pramac Racing nel 2021, con la Ducati dei piloti del team factory.

Tra le cose da dimenticare, c’è l’incidente della scorsa settimana a Valencia-2. Un fatto però che lo carica ancora di più per questo GP. “A Valencia potevo lottare per il podio, sono ancora un po’ arrabbiato” ha ammesso l’ex bicampione Moto2. “Ma per questo sono anche molto motivato. Spero di sfruttare bene quella rabbia in quest’ultima gara.” Teatro è l’Autódromo do Algarve di Portimao. “Ci ho girato con la Panigale prima dell’evento in Francia, il circuito mi è piaciuto molto e speriamo di adattarci abbastanza rapidamente. Le sessioni più lunghe del venerdì e le gomme extra poi ci aiuteranno in questo senso.”

Alcuni piloti conoscono la pista, ma nessuno ci ha mai girato con una MotoGP (tranne gli alfieri Aprilia, ovvero Aleix Espargaró e Lorenzo Savadori). Un aspetto che potrebbe favorire anche il pilota francese. “La motivazione è molto importante” ha dichiarato, come riportato dai colleghi di Paddock-GP. “Fin dall’inizio dell’anno mi sono sentito bene, ma averla anche a fine stagione è positivo: sento che sono sempre più vicino ad ottenere qualcosa di buono.” Riguardo ai ‘favoriti’, “Qui Aleix Espargaró ha già corso con la sua MotoGP, potrebbe essere un vantaggio per lui. Nei primi giri potrei seguire quello che fa.”

Testa concentrata su questo finale di stagione, ma non manca anche un primo pensiero al 2021 in Pramac Racing. “Mi piacerebbe salire sul podio in ogni gara” ha detto Zarco. “Per me è quello il nostro potenziale, dovremo cercare di essere costanti. Spero che la GP 2021 poi abbia quel qualcosa in più che mi dia ancora maggiore fiducia. Ma già sto facendo del mio meglio per avvicinarmi sempre di più in queste ultime gare, sei ancora più concentrato se lo tocchi già adesso. Se poi Ducati riesce a risolvere alcuni piccoli problemi, può diventare di nuovo la moto più competitiva, come successo anni fa.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi in Argentina

Valentino Rossi: “Diego Armando Maradona nell’elite di tutti gli sport”

moto2 moto3 jerez

Moto2-Moto3, la stagione 2021 è già cominciata con i primi test

MotoGP, Joan Mir champion 2020

MotoGP, Joan Mir: “Ho soffiato il podio n°200 a Valentino Rossi”