johann zarco motogp

MotoGP, Johann Zarco: “Pecco Bagnaia? Spero di riuscire ad aiutarlo”

Johann Zarco carico per Misano-2 e determinato a dimenticare gli ultimi GP. Oltre ad augurarsi che il titolo di Quartararo aiuti il motociclismo in Francia.

21 ottobre 2021 - 14:33

Fine settimana MotoGP di nuovo a Misano, per il terzultimo round di questa stagione 2021. Un evento chiaramente molto sentito per i ragazzi Ducati, tra loro certo anche Johann Zarco. C’è del rammarico per una seconda parte di campionato sottotono, dopo una prima metà in cui, assieme a Quartararo, aveva fatto esultare i tifosi francesi. In particolare ora serve raddrizzare un periodo non proprio positivo, con tre zeri negli ultimi cinque GP, e cercando di migliorare anche il 12° posto ottenuto a Misano-1, quando però soffriva ancora di sindrome compartimentale.

“Torniamo a Misano con temperature più fredde” ha sottolineato l’alfiere Pramac Ducati. Ricordando poi il primo fine settimana stagionale sul tracciato italiano. “È andata abbastanza bene, ma la domenica mi è mancato qualcosa e non sono riuscito a fare una buona corsa. I test poi sono stati brevi perché sono tornato in Francia per operarmi.” Un problema comune quest’anno, che anche lui si è lasciato alle spalle. “Ho avuto 10 giorni di riposo dopo l’ultima gara, vediamo cosa posso fare: voglio tornare ad essere competitivo, dimenticando le ultime gare.” Come l’inaspettato incidente ad Austin che l’ha messo presto KO.

“Ora va molto meglio, mi sono allenato di più e voglio fare bene.” Si parla poi del compagno di marca Bagnaia, determinato a rinviare l’iride di Quartararo. “Qui Pecco ha dimostrato di avere una velocità incredibile e sto lavorando per fare come lui” ha detto Zarco. Riuscirà ad aiutarlo in gara? “Non penso. Certo spero di avere la velocità necessaria per farlo, ma vedremo. Punterà alla vittoria e mi piacerebbe essere sul podio con lui, ma saremo in tanti a puntare a quell’obiettivo.” Riguardo poi al connazionale ed alla prossima festa francese, “Fabio è stato competitivo fin dall’inizio. Un peccato che io non sia riuscito a disputare una buona seconda parte di stagione…” 

Erano infatti due i piloti transalpini al comando. Poi ne è rimasto solo uno, ma è la storia per la Francia, che non ha mai avuto un suo campione in top class nemmeno nell’era 500cc! “Almeno un pilota francese è rimasto” ha ammesso Zarco, rimarcando in particolare la costanza del collega. Un evento storico che può aiutare nella creazione di un movimento motociclistico come negli altri paesi. “Il titolo di Fabio sarà fantastico, anche perché molti più ragazzini possono arrivare ad appassionarsi a questo mondo. Ancora adesso dobbiamo spiegare cosa facciamo… Addirittura le persone più ‘grandi’ chiedono della 500cc! Ma è un’altra storia” ha concluso col sorriso.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e Sergio Mattarella

Valentino Rossi al Quirinale, Mattarella: “Ha dato una svolta a questo sport”

motogp melandri gresini turchia

MotoGP, la storia: le tre edizioni del Gran Premio di Turchia

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”