zarco motogp

MotoGP, Johann Zarco: “Noi davanti agli ufficiali? Forse un po’ meno pressione…”

Miglior inizio di stagione di sempre per Johann Zarco. Ma non parlategli di riscatto... "Ho preso una decisione anni fa, ora sono qui grazie a Ducati."

8 aprile 2021 - 18:52

Tra i grandi protagonisti del doppio round MotoGP in Qatar c’è senza dubbio Johann Zarco. Dopo qualche annata complessa, eccolo con un doppio secondo posto a referto che valgono la momentanea leadership iridata. È il suo miglior inizio di stagione di sempre, nemmeno nelle classi minori aveva mai conquistato due podi nei primi due eventi di apertura di campionato. Una rinascita che passa per Ducati, che a tutti i costi ha voluto il pilota francese sotto il suo tetto, proprio quando la carriera dell’ex bicampione Moto2 si era complicata in seguito al prematuro addio a KTM. Ma non parlategli in alcun modo di ‘redenzione’ o riscatto…

Un altro fatto è l’aver chiuso per ben due volte davanti ai piloti del team factory. In Qatar-1 Zarco ha beffato sul finale Bagnaia, in Qatar-2 invece sia lui che Martín hanno battuto i colleghi ufficiali. “Noi di Pramac siamo fortunati ad avere le loro stesse moto” ha sottolineato. “Forse abbiamo meno pressione rispetto a loro… A volte può aiutarci di più, come s’è visto per la pole di Jorge o nella bella gara che abbiamo fatto entrambi.” Ma ci tiene anche a rimarcare che “Non si può certo dire che [Bagnaia e Miller] abbiano fatto una brutta gara, visto che i primi 15 erano racchiusi in 8 secondi! Nessuno di loro ha fatto male, erano tutti molto vicini.”

Come detto è un buon inizio di stagione, un balzo in avanti nelle zone alte dopo qualche annata complessa. Ma non ci sono grandi rimpianti ripensando a quel che è stato. “Ho preso alcune decisioni in passato. Ora sono contento di essere tornato a lottare con i top riders. Non credo sia il momento di pensare a qualche sorta di ‘redenzione’ o comunque a cose del genere. Non so dire se due anni fa ho preso la decisione giusta o meno, ma l’ho presa, ho seguito la mia strada e grazie a Ducati ora sono qui.” La casa di Borgo Panigale ha sempre parlato di grande fiducia riposta nel pilota francese, più che determinato a ricambiare. Il doppio Qatar è stato un primo piccolo passo.

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha