johann zarco motogp

MotoGP, Johann Zarco: “Mi sono messo troppa pressione”

L'11° posto a Silverstone non ha soddisfatto troppo Johann Zarco, che si stacca sempre più da Quartararo... Ma rimane la miglior Ducati in classifica iridata.

3 settembre 2021 - 20:00

Per un pilota francese che ha imparato a gestire la pressione, ce n’è un altro che invece ha qualche problema in più in questo senso. Johann Zarco ne ha parlato nel corso dell’evento a Silverstone, chiuso con un mesto 11° posto. Il peggior piazzamento stagionale finora nelle gare da lui concluse (oltre ai due zeri per cadute a referto). A digiuno di podi dal GP in Catalunya, in una classifica MotoGP che ora lo vede terzo iridato, ma nettamente più staccato dal connazionale al comando. Del quale certo bisogna evidenziare lo stato di forma, ma l’alfiere Pramac si aspettava comunque qualcosa di più. Pur rimanendo costantemente la miglior Ducati in classifica iridata.

L’abbiamo visto poi nei giorni scorsi a Misano in sella alla Panigale V4 S, una sorta di reset in vista dei prossimi round. “Devo togliermelo dalla testa, mi sono messo troppa pressione ad inizio estate. Non so dire se inconsciamente o volontariamente” è il suo commento durante la tappa britannica. Il riferimento è all’eventualità di riuscire a lottare ben più a lungo per il titolo, cosa che ora appare decisamente molto più difficile. Il distacco da Quartararo infatti è lievitato a ben 69 punti. “Non voglio dire che abbiamo perso la speranza, visto che possono succedere molte cose. Ma Fabio riesce a mantenere sempre il suo livello. Io invece sono in una fase di evoluzione, ho bisogno di più tempo e di maggiori analisi su tanti aspetti.”

A partire da una gara inferiore alle sue aspettative, tra gomme ed un feeling non perfetto con la sua Desmosedici. Ma ne guarda anche il lato positivo. “Avevo chiuso con zero punti in Austria, era importante tagliare il traguardo.” Oltre a ciò, “Abbiamo molte più risposte su quello che non ha funzionato.” Con un occhio anche ad un Jorge Martín vicino che cresce in maniera esponenziale. “È molto positivo che sia così forte, ma io non devo perdere il filo.” Pur con qualche preoccupazione per quella “pole” poi cancellata. “Inizialmente ci ho creduto, Jorge può sorprenderci! Ma quando hanno tolto il tempo mi sono sentito meglio” ha scherzato.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alessandro zaccone motoe

MotoE, Alessandro Zaccone: addio al campionato, ma è andata bene…

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: caccia ad un altro colpaccio, stavolta in casa

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Con Valentino Rossi non c’è lavoro di squadra”