joan mir motogp

MotoGP, Joan Mir: “Il mio futuro? Mi vedo ancora in Suzuki”

Joan Mir ripensa ai test: passi avanti rispetto al 2019. "Ero troppo aggressivo, ci ho lavorato in inverno." Il rinnovo con Suzuki non è lontano.

24 aprile 2020 - 15:10

Nella stagione 2019 Joan Mir è stato uno degli esordienti in MotoGP, ingaggiato dal team Suzuki. Assieme ad Alex Rins ha formato la coppia di piloti più giovane nella categoria (ancora 22 anni per il primo, 24 per il secondo). Una stagione ricca di alti e bassi, condizionata anche da una forte contusione polmonare riportata nel corso di alcuni test. Ha chiuso la stagione con il 12° posto iridato, secondo miglior rookie della categoria. C’è voglia di rivalsa (quando si comincerà), ma si pensa anche al futuro, con la dichiarata intenzione di continuare a vestire i colori della casa di Hamamatsu. Nel frattempo, come tutti, rispetta la quarantena, vista l’emergenza attuale.

“Sono abituato a fare tanto sport, anche all’aperto” ha raccontato Joan Mir a motogp.com . “Ora sono chiuso in casa… È difficile, ma certo bisogna pensare alla salute. L’aspetto positivo è che posso dormire di più!” Non rinunciando a tenersi in forma in qualche modo. “Mantengo una certa routine, almeno un allenamento al giorno di 3-4 ore. Mi riguardo anche vecchie gare, da cui imparo molto, ma ogni tanto combino anche qualcosa in cucina.” Meno attratto invece dalla playstation. “Non mi piace tanto giocarci. Certamente però mi sono dato da fare quando hanno organizzato la gara virtuale! Purtroppo però non è servito a molto” ha ammesso ridendo.

C’è tempo anche per ripensare ai test stagionali, l’unica attività di avvicinamento al Mondiale 2020 prima dello stop forzato. “Ero davvero contento! Siamo stati veloci, questo vuol dire anche che tutto era a posto ed il feeling in sella era ottimo. Abbiamo una buona base di partenza, ma possiamo migliorare ancora molto nel corso della stagione.” Limando ciò che non ha funzionato nell’annata d’esordio. “Ero soprattutto troppo aggressivo, uno stile che non si adattava alla moto. È qualcosa su cui ho lavorato molto nel corso della pausa invernale. Una volta a Sepang per i test ufficiali ho visto che stava andando meglio.”

Il futuro? Suzuki non ha nascosto l’intenzione di continuare con i piloti attuali. Dopo il rinnovo di Rins, sembra molto vicino anche quello di Mir. Lo stesso pilota spagnolo ha espresso la stessa volontà di continuare con la struttura di Hamamatsu. “Il mio futuro? Mi vedo ancora in Suzuki” ha sottolineato. “Voglio rimanere con loro, faccio parte di una grande squadra e ne sono contento. Due anni sono pochi per questo progetto, serve più tempo per ottenere risultati migliori. Ne stiamo parlando, le trattative sono a buon punto.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp miller

MotoGP: Jack Miller, guerra alle Yamaha. “Evitando visiere a strappo!”

motogp catalunya sky sport

MotoGP, Barcellona: Orari del 27/09, diretta Sky Sport/DAZN e differita TV8

motogp yamaha

MotoGP: Rossi, Quartararo, KTM… Chi vincerà in Catalunya? L’analisi dei ritmi