miller motogp

MotoGP, Jack Miller: “Una mano intorpidita a circa metà gara”

Jack Miller chiude la prima gara MotoGP del 2020 ai piedi del podio, e solo per un piccolo problema fisico. Punta alla rivincita il prossimo weekend.

20 luglio 2020 - 18:01

Esordio stagionale MotoGP con un 4° posto per Jack Miller. Il futuro alfiere del Ducati Team ha condotto una gara solida, lottando anche con un Marc Márquez scatenato in rimonta quando se l’è ritrovato vicino. Il podio era davvero vicino, ma è mancato qualcosa sul finale. Non solo per il gran caldo, ma anche per l’intorpidimento di una mano a circa 12 giri dalla fine. Ma guarda il bicchiere mezzo pieno: vista la stagione ridotta, ogni punto è importante.

“Chiudere così vicini al podio dopo essersi cucinati per 45 minuti ed essere rimasti a lungo in top 3 è difficile da mandare giù.” Il pilota australiano come sempre non usa particolari giri di parole per descrivere la sua gara. Come detto, non è certo stato un fine settimana semplice. “Jerez è uno dei tracciati più impegnativi a livello fisico. Era poi terribilmente caldo, come se avessimo corso con una pistola termica puntata dritta in faccia!” Nonostante questo, e nonostante non fosse un tracciato particolarmente adatto a Ducati, Miller era più che convinto di poter aspirare ad un piazzamento sul podio. Quanto abbiamo visto in gara gli ha dato ampiamente ragione.

“Eravamo in tanti a poter puntare alla top 3, ‘Dovi’ ed io siamo andati bene. Ci saranno poi alcuni tracciati in cui la Ducati potrà mostrare il suo vero potenziale.” Commenta poi il suo piccolo problema fisico durante la gara. “Il formicolio alla mano è iniziato a circa 12 giri dalla fine.” Ma c’è una probabile spiegazione. “Credo abbia a che vedere con il manubrio. Potrebbe essere legato al layout del tracciato: nelle curve a destra dobbiamo sempre tenere metà mano fuori dall’impugnatura del manubrio. In questi momenti il tendine mi fa male. Non mi succede invece nelle curve a sinistra o in frenata.”

Una volta iniziato il problema, il podio è diventato un obiettivo ben più difficile da raggiungere. “Mi sono sentito una preda facile” ha spiegato Miller. “Non sono più riuscito a guidare come volevo, ma se non altro ho perso una sola posizione a vantaggio di Dovizioso. È stato comunque un po’ deprimente, anche se abbiamo raccolto punti: in una stagione come questa è importante. Ci riproveremo il prossimo fine settimana.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez in palestra

MotoGP, Marc Marquez e la leggenda metropolitana del terzo intervento

quartararo motogp aragon

MotoGP, la tecnica: cos’è successo davvero a Quartararo ad Aragón?

alex rins motogp

MotoGP, Teruel: Alex Rins morale alle stelle. “Mi piacerebbe ripetermi…”