motogp miller

MotoGP: Jack Miller, guerra alle Yamaha. “Evitando visiere a strappo!”

Jack Miller miglior Ducati in griglia. Tante incognite, dalle gomme al meteo, ma il pilota Pramac Racing ha un obiettivo: "Partire bene e spezzare subito il gruppo Yamaha."

27 settembre 2020 - 7:27

Miglior Ducati in griglia di partenza MotoGP in Catalunya, unica ‘macchia rossa’ in mezzo al dominio Yamaha in top 5. Jack Miller però è pronto a rovinare la festa agli alfieri della casa dei tre diapason anche in gara. Costretto a disputare la Q1, il futuro pilota Ducati factory è riuscito a stampare il miglior crono, mettendosi in evidenza poi anche nella seconda sessione di qualifiche. Alla fine arriva la quarta casella, certo un buon punto di partenza in ottica gara per chi è determinato a dare filo da torcere al quartetto Yamaha. Con tutte le incognite del caso, come l’usura delle gomme e le basse temperature.

Parliamo di un quarto crono in Q2 realizzato con un unico set di gomme soft rimasto. “Certo avrei preferito averne un altro, sento di aver lasciato qualcosa” ha ammesso Jack Miller a motogp.com. “Sono contento comunque di essere in seconda fila. Sarà una partenza complessa, una bella strada fino alla prima curva.” Parliamo di un rettilineo principale di oltre un chilometro. Per quanto riguarda il ritmo gara, “Ci abbiamo lavorato per tutto il fine settimana, anche con gomme usate. Il vento venerdì non ci ha aiutato, mentre sabato è andata molto meglio, soprattutto nelle FP4: abbiamo trovato un buon setting.”

“Sono contento dei progressi che abbiamo fatto finora, in particolare dei miglioramenti in termini di tempi sul giro. Il team sta svolgendo davvero un gran lavoro e devo ringraziarli molto.” Non manca una battuta: “Vediamo cosa possiamo fare in gara… Magari cercando di evitare le visiere a strappo!” Nell’immagine in alto ecco quella di Quartararo, che ha posto fine alla sua gara di Misano-2. Un ‘souvenir’ che il pilota australiano ha voluto attaccare nel suo box. Passando poi alla questione gomme, la preferenza generica sempre essere per le soft: si allinea anche Miller. “Sembra che le altre mescole non stiano funzionando bene” ha precisato.

“Nessuno poi ha provato la hard, le temperature sono troppo basse. Credo che tutti decidano per soft-soft sembra l’opzione più sicura.” Tanti giri svolti, in modo da valutare ritmo e durata. “Nelle FP4 ho accumulato 26 giri sull’anteriore e 21 sulla posteriore. Sono convinto che il nostro ritmo sia migliore rispetto a quanto visto. Dovremo realizzare una buona partenza, senza bruciare le gomme come a Misano, ma cercando di mantenerci davanti, per spezzare subito il gruppetto Yamaha.” Un chiaro segnale: Morbidelli, Quartararo, Rossi e Viñales sono avvisati…

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maverick Vinales e Alex Rins

MotoGP, fine stagione aperto e anteprime dalla prossima edizione

Valentino Rossi MotoGP 2020

Valentino Rossi conteso da Ford e Hyundai: sarà un finale da rally!

motogp grid

MotoGP, Moto2, Moto3: Le griglie 2021 prendono sempre più forma