MotoGP, Paolo Ciabatti e Pecco Bagnaia

MotoGP, Jack Miller a rischio: Bastianini o Martin nel team factory?

Nella stagione MotoGP 2021 Jack Miller non ha soddisfatto in pieno le aspettative della Ducati. Il rinnovo di contratto per il 2023 è in bilico.

1 novembre 2021 - 7:26

Dopo la gara di Misano-2 Ducati comincia a fare i primi bilanci di questa stagione MotoGP. Anche se in ballo ci sono ancora i titoli costruttori e per team, magri premi di consolazione, pur sempre dal sapore mondiale. Nel primo caso Ducati è avanti di 12 punti, nel secondo insegue la Casa di Iwata a 13 lunghezze. Due obiettivi che fanno gola ad entrambi, con Yamaha che sogna ancora la Triple Crown, ma a Borgo Panigale sono pronti a rovinare la festa.

Pecco promosso, Jack rimandato

Pecco Bagnaia ha visto svanire le speranze iridate con la caduta a cinque giri dal traguardo, ma alla vigilia del campionato partiva da “secondo”. Se il piemontese ha stupito, il più esperto Jack Miller non ha soddisfatto le aspettative in pieno. “È inutile nascondersi, ci aspettavamo che Miller lottasse per il titolo. Mentre per Pecco saremmo stati contenti di vederlo costantemente nei 5 – ammette Paolo Ciabatti a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Invece le cose sono andate diversamente“. Dopo lo spumeggiante finale di stagione 2020, dall’australiano si attendeva quel pilota di punta capace di prendere in mano le redini della squadra.

Due vittoria, a Jerez e Le Mans, e un podio, in Catalunya, nella prima parte di questo Mondiale MotoGP. Dopo la pausa estiva il suo miglior risultato è stato un 4° posto, a Silverstone. Viceversa Pecco Bagnaia, autore di una costante progressione che lo ha portato a sette podi, di cui due vittorie. In questo finale di stagione è a tratti irraggiungibile da chiunque, Fabio Quartararo compreso, ma manca di costanza. “Questo non era l’anno per vincere il Mondiale, ma per imparare. Sono secondo, dobbiamo essere felici del lavoro fatto“, ha precisato l’allievo della VR46 Academy. A Misano-2 poteva conquistare un altro ottimo risultato, ma la pressione della corsa al titolo lo ha spinto a terra.

Il vivaio Ducati

Jack Miller dovrà guadagnarsi il rinnovo per il 2023. Nel suo ovile Ducati vanta giovani molto promettenti: Jorge Martin ed Enea Bastianini su tutti. Entrambi puntano a quella sella del team factory, entrambi hanno dimostrato di poter fare grandi cose. In particolare il romagnolo, con due podi ottenuti su una moto del 2019. Inoltre la partnership con l’Academy di Valentino Rossi permette di avere a disposizione altri piloti giovanissimi, non solo Luca Marini, ma anche Marco Bezzecchi che arriverà in MotoGP nel 2022. “Vedremo quali piloti VR46 della Moto2 potrebbero interessarci – dichiara Paolo Ciabatti a Speedweek.com -. Ma ora abbiamo molti giovani sotto contratto con Martin, Bastianini, Martin, Di Giannantonio e Bezzecchi. La maggior parte di loro ha 24 anni o meno. Abbiamo otto piloti MotoGP in campo per il 2022. Per il momento, abbiamo abbastanza candidati promettenti per le nostre migliori posizioni“.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a 'Striscia la notizia'

MotoGP, Valentino Rossi braccato da ‘Striscia’: staffilata a Marc Marquez…

Moto2 Supersport

Moto2, Baldassarri pronto a lasciare e approdare in Supersport con MV?

Valentino Rossi

Tavullia in subbuglio per Valentino Rossi: via striscioni e stendardi