MotoGP, Maverick Vinales in Catalunya

MotoGP, inizia l’era Vinales-Galbusera: nuovi holeshot e parafango

Prima giornata di lavoro tra Maverick Vinales e Silvano Galbusera. Nuovi parafango e holeshot per scalare la classifica MotoGP.

4 giugno 2021 - 22:13

Maverick Vinales e Silvano Galbusera chiudono il primo giorno di lavoro insieme. 6° crono al termine della prima giornata di libere MotoGP al Montmelò e mezzo secondo abbondante il gap da Zarco. I risvolti positivi si notano in termini di passo dalle FP1 alle FP2, cosa che non accadeva negli ultimi quattro GP. Bilancio quindi positivo per inaugurare la nuova collaborazione con il capotecnico. “Mi sono trovato bene con Silvano, molto diverso dal trattamento che ho avuto con Esteban, perché con lui avevo molta fiducia ed era un po’ diverso. Con Silvano dobbiamo cercare di costruire poco a poco. Ho provato moto molto diverse, è una cosa a cui non ero abituato, non è andata male“.

Diverse le novità tecniche a disposizione della sua Yamaha YZR-M1. A cominciare dal dispositivo holeshot posteriore in frenata. “Uso molto l’holeshot per frenare, fondamentalmente perché ha più grip al posteriore e puoi usare di più il freno motore perché la ruota sbanda di meno. L’anno scorso l’holeshot era più aggressivo. Quest’anno Yamaha l’ha migliorato, lo usiamo sul bagnato, sull’asciutto e ovunque… Cercheremo di continuare con questo miglioramento durante il week-end“.

La Casa di Iwata sta offrendo un ampio ventaglio di soluzioni a Maverick Vinales. In ballo c’è il titolo MotoGP in un anno dove la moto può davvero fare la differenza. E inoltre c’è in ballo il rinnovo di contratto che andrà discusso all’inizio del prossimo Mondiale, se non prima. I vertici Yamaha non nascondono un certo malumore per le sue prestazioni. “I risultati non valevano l’investimento, c’era bisogno di un cambio“, sottolinea Maio Meregalli. “Si tratta di un input tecnico non psicologico“. I tecnici hanno portato anche un nuovo parafango per la M1. “L’omologazione l’abbiamo fatta ieri (sono disponibili due omologazioni a stagione, ndr). Stiamo cercando di migliorare il pacchetto aerodinamico e raffreddare meglio il motore“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e i ragazzi della VR46 Academy

Valentino Rossi semina in MotoGP: VR46 marchio indelebile

moto3 sachsenring

Moto3, al Sachsenring un solo successo italiano con Dalla Porta

motogp morbidelli

MotoGP, Morbidelli: “Vorrei la positività di Valentino Rossi nei momenti difficili”