MotoGP Indianapolis Qualifiche: pole Marquez, Dovizioso 2°

Dovizioso e Lorenzo in prima fila, Rossi in seconda

9 agosto 2014 - 17:01

Dieci round, otto pole position. Eccezion fatta per Montmelò e Assen, quest’anno nella MotoGP Marc Marquez è sempre scattato dalla pole position. Presentatosi con l’obiettivo ‘decima’ alla ripresa delle ostilità dopo la pausa estiva di tre settimane (per lui inframezzata da una tre-giorni di Test a Brno), il Campione del Mondo in carica, capoclassifica di campionato e vincitore in tutte e nove le gare sin qui disputate all’Indianapolis Motor Speedway ha messo a segno in 1’31″619 l’ottava pole stagionale, la diciassettesima in MotoGP, la quarantacinquesima in carriera nelle tre classi del Motomondiale.

Tutto secondo copione per il binomio Marquez-Honda anche sul celebre ‘catino’ dell’Indiana, ma lo svantaggio rifilato ai suoi più diretti inseguitori è meno consistente del solito. A poco più di 2/10 ha ottenuto un gran secondo crono Andrea Dovizioso, alla miglior qualifica da Ducatista, alla seconda-prima fila stagionale dopo il 3° posto di Le Mans riuscendo a condurre la Desmosedici GP14 ufficiale (e aggiornata con novità aerodinamiche e motoristiche) davanti ad un positivo Jorge Lorenzo, terzo scontando un gap di soli 250/1000 dal poleman Marquez. Prenderanno il via dalla seconda fila invece Aleix Espargaro (poleman di classe ‘Open’ con la Forward Yamaha), Valentino Rossi (5° a 0″541 dalla pole) e Pol Espargaro, sesto a precedere Andrea Iannone qualificatosi 7° nel giorno del suo 25esimo compleanno. Non è andato oltre l’ottavo crono invece Dani Pedrosa a 7/10 dal proprio compagno di squadra, poco meglio rispetto a Stefan Bradl (10° dopo il best lap nelle FP3) e ad un positivo Scott Redding, undicesimo ed il più veloce nel ‘Q1’, promosso ai decisivi 15 minuti delle qualifiche ufficiali insieme a Cal Crutchlow (12°).

Primo tra gli esclusi nel corso del ‘Q1’ dopo un weekend dai numerosi exploit velocistici è invece Yonny Hernandez, qualificatosi tredicesimo con la Ducati Desmosedici GP13 del Pramac Racing, pur sempre davanti ad una Honda RC213V ‘Factory’ come la #19 condotta da Alvaro Bautista (addirittura 4° nel ‘Q1’ e 14° in griglia), l’idolo di casa Colin Edwards (15° con la seconda Forward Yamaha ‘Open’) più due note positive dei primi 15 minuti di qualifiche: Leon Camier e Danilo Petrucci. Il primo, all’esordio in MotoGP con la Honda RCV1000R del team Aspar orfana dell’infortunato Nicky Hayden, è 16° ritrovandosi già davanti ad un pilota di esperienza come Hiroshi Aoyama, mentre ‘Petrux’ ha condotto l’unica ART-Aprilia di Iodaracing Project al settimo posto nel ‘Q1’ ritrovandosi diciassettesimo nello schieramento di partenza. Domani alle 14:00 locali (le 20:00 italiane) il via della gara.

MotoGP™ World Championship 2014
Indianapolis Motor Speedway, Classifica Qualifiche (Q2)

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’31.619 (Factory)
02- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 0.225 (Factory) *
03- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.250 (Factory)
04- Aleix Espargaro – NGM Forward Racing – Forward Yamaha FTR – + 0.494 (Open)
05- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.541 (Factory)
06- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.624 (Factory)
07- Andrea Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 0.635 (Factory) *
08- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.712 (Factory)
09- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.724 (Factory)
10- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.895 (Factory)
11- Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R – + 1.095 (Open)
12- Cal Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.175 (Factory) *

La Griglia di Partenza

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V (Factory)
02- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 (Factory) *
03- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 (Factory)
04- Aleix Espargaro – NGM Forward Racing – Forward Yamaha FTR (Open)
05- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 (Factory)
06- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 (Factory)
07- Andrea Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14 (Factory) *
08- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V (Factory)
09- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 (Factory)
10- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V (Factory)
11- Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R (Open)
12- Cal Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 (Factory) *
13- Yonny Hernandez – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 (Factory) *
14- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V (Factory)
15- Colin Edwards – NGM Forward Racing – Forward Yamaha FTR (Open)
16- Leon Camier – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R (Open)
17- Danilo Petrucci – Octo Iodaracing Team – ART GP14 (Open)
18- Hiroshi Aoyama – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R (Open)
19- Mike Di Meglio – Avintia Racing – Avintia GP14 (Open)
20- Hector Barbera – Avintia Racing – Avintia GP14 (Open)
21- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Honda RCV1000R (Open)
22- Broc Parkes – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia (Open)
23- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia (Open)

* Le Ducati iscritte come “Factory” con concessioni “Open” (serbatoio 24 litri, 12 motori a stagione)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tony Cairoli e Fabio Di Giannantonio

MotoGP, Di Giannantonio: allenamento sotto gli occhi di Tony Cairoli

Valentino Rossi: “La morte di Simoncelli uno shock, sono stato coinvolto”

2022 MotoGP launch

MotoGP, KTM Factory e Tech3 svelano insieme i programmi 2022