MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, incidente Morbidelli-Zarco: venerdì decide la Direzione Gara

Nel paddock MotoGP monta ancora la polemica per l'incidente tra Morbidelli e Zarco. La decisione della Direzione Gara arriverà venerdì 21 agosto.

20 agosto 2020 - 20:46

In Stiria la MotoGP riprende il campionato dall’evento clou della scorsa settimana: l’incidente tra Franco Morbidelli e Johann Zarco. Il pilota del team Yamaha Petronas SRT racconta il suo lunedì post gara: “Tutto mi faceva male, ho sofferto per alzarmi dal letto. Ma ho subito iniziato a lavorare con i nostri fisioterapisti. Sono riusciti a ridurre il gonfiore e ora mi sento bene. Non vedo l’ora che inizi il weekend“. Ma una decisione definitiva su eventuali sanzioni verrà resa nota venerdì 21 agosto, prima giornata di libere per il Gran Premio di Stiria.

La versione di Frankie

I due protagonisti dello spiacevole episodio sono apparsi davanti allo Stewards Panel FIM MotoGP. “Ho parlato con gli steward e avevano diversi angoli di ripresa sull’incidente. Quindi siamo stati in grado di guardare l’incidente da una prospettiva diversa. Devo dire che sembra anche peggio da questa prospettiva. Per fortuna è andato tutto bene“, ha proseguito Franco Morbidelli in un’intervista su Zoom. “L’abbiamo visto da un’angolazione diversa, dove è chiaramente visibile l’uscita d’angolo della curva 1, poi l’ingresso d’angolo della curva 2 e cosa è successo di conseguenza nelle curve 2 e 3“.

Subito dopo il GP d’Austria l’italobrasiliano ha definito Johann Zarco “mezzo assassino”. A freddo rivede le sue dichiarazioni. “Mi dispiace per come ho definito Johann, era un’espressione troppo dura. Ma resta il fatto che Johann ha commesso un errore e che il suo errore poteva finire male… Ha chiaramente scelto una traiettoria strana, che nessun altro ha percorso durante tutto il weekend. Una linea super stretta alla curva 2, solo per recuperare terreno e sorpassarmi“.

Zarco prova a giustificarsi dicendo di essere davanti, ma Franco Morbidelli precisa: “Il problema era che non mi aveva sorpassato completamente, ed era comunque uscito lontano dopo la curva. Non abbiamo potuto evitare la collisione, non potevo evitarla perché non potevo andare oltre a destra. Nemmeno io potevo andare da nessun’altra parte: non potevo andare oltre perché non c’era posto. E non potevo andare oltre, perché altrimenti avrei toccato l’erba. È venuto sulla mia linea, non potevo più fare niente… Adesso aspettiamo la decisione dei commissari”.

La risposta di Johann

Il pannello degli stewards della FIM MotoGP non si è ancora espresso. Il francese del team Ducati Avintia non si aspetta sanzioni ritenendo di non aver commesso una manovra rischiosa. “Aspetto quello che decide la Direzione Gara. Ho dato la mia versione e hanno tutti i test per vedere che non ho fatto nulla di pazzo. Per me, se c’è una penalità è assurdo, perché la spiegazione è chiara. Non dico che voglio una penalità per Franco, ma dico che non è colpa mia. Siamo stati sfortunati e credo che Franco avrebbe potuto frenare prima, come ho fatto io nei giri precedenti“.

Dopo le critiche ricevute nel post gara Johann Zarco resta fermo sulle sue posizioni e non modificherà certo lo stile di guida. “Non cambierà nulla. È molto facile concentrare tutta la rabbia su una persona che, per di più, non è nel suo momento migliore perché arriva da una stagione complicata, con tanti problemi. Non è facile risalire quella montagna“.

Petrucci ammonito, Oliveira-Espargaró incidente di gara

Ci sono anche aggiornamenti riguardanti gli screzi tra Danilo Petrucci ed Aleix Espargaró, con tanti di dito medio da parte dell’italiano verso il collega. Per questo il pilota Ducati ha ricevuto un ammonimento scritto per questo gesto avvenuto in pit lane dopo il fatto in pista. Infine, oggi si è parlato anche dell’incidente di domenica tra Pol Espargaró e Miguel Oliveira, con anche parole pesanti da parte del portoghese. Confermata la valutazione inizialmente espressa, ovvero che si tratta di un incidente di gara: non verranno quindi presi provvedimenti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione

motogp

MotoGP, la griglia di partenza 2021: a che punto siamo