MotoGP Team Ducati Pramac Racing

MotoGP, il sogno di Campinoti: “Martin e Zarco con noi nel 2023”

Pramac Racing punta a ripetere la strepitosa stagione in MotoGP. Claudio Calabresi sarà team manager, ma ora bisogna fare i conti con il mercato piloti.

27 dicembre 2021 - 8:42

La stagione MotoGP 2021 si è chiusa con risultati brillanti per Ducati Pramac. Miglior team indipendente, Jorge Martin ha ottenuto una vittoria, tre podi e quattro pole, oltre al titolo di ‘rookie of the year’. Johann Zarco quattro podi all’attivo, una pole position, 5° posto finale. L’unica nota dolente è arrivata a Mondiale ormai chiuso, quando Francesco Guidotti ha rassegnato le dimissioni dopo un rapporto consolidato da dieci anni.

Un fulmine a ciel’ sereno per Paolo Campinoti, che però non ha perso tempo a trovare il sostituto, Claudio Calabresi. Ma resta l’amarezza per aver perso uno storico collaboratore. “Sono rimasto sorpreso soprattutto dalla tempistica. Anche perché con il campionato appena finito ma tutta la programmazione in vista del nuovo già avviata, non era facile trovare in poco tempo sul mercato un valido sostituto“. Il sostituto arriva dalla pancia del team Pramac, dalla squadra impegnata in MotoE. Con Fonsi Nieto che ricoprirà nuove mansioni (direttore sportivo).

Cambio al vertice e prossimi obiettivi

Claudio Calabresi, 65 anni, occupava lo stesso ruolo nel box MotoE. E soprattutto è una figura che Campinoti conosce molto bene. “Mi fido molto di lui e vanta una esperienza nel mondo industriale ad altissimo livello. Alle spalle ha una lunga carriera con Eni… Il ruolo che inizialmente gli mancherà a livello di gestione operativa nel box sarà riempito da Fonsi“, spiega a ‘La Gazzetta dello Sport. “Con il suo lavoro da coach ha acquisito maggior consapevolezza, non è un caso che la squadra sia cresciuta tanto. Farà da supporto a Claudio, sono certo che il binomio funzionerà“.

L’obiettivo per la prossima stagione MotoGP sarà quantomeno di ripetere i risultati ottenuto nel 2021. Un’impresa per nulla facile, considerando il 4° posto assoluto nella classifica a squadre, davanti alla Honda. E con l’astro nascente Jorge Martin che potrebbe passare al team Ducati factory nel 2023. “Non sarà facile, ma avendo lasciato la struttura inalterata possiamo provarci“, aggiunge Paolo Campinoti. “Chi arriva nella nostra squadra segue un percorso naturale, in vista di un possibile approdo nella squadra ufficiale Ducati. Jorge ha le carte in regola per riuscirci. Bagnaia e Miller hanno tutto per essere riconfermati in Ducati, il mio sogno è quello di mantenere sia Martin sia Zarco con noi anche nel 2023“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Joan Mir

MotoGP, Joan Mir vola a Sepang: tante novità e dubbi sugli avversari

Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brad Binder: “Petrucci incredibile, che sfida alla Dakar”

MotoGP, Michele Pirro: “Sepang è un banco di prova importante”