MotoGP, il ritorno di Dani Pedrosa: ufficiale la wild card nel GP di Stiria!

Dani Pedrosa disputerà il GP di Stiria. Il tester KTM alla prima wild card dal ritiro nel 2018. Mike Leitner: "Sarà curioso vederlo di nuovo in MotoGP."

20 luglio 2021 - 11:31

La sua ultima gara risale a Valencia 2018. Dopo tante ipotesi, è confermato il suo ritorno in pista. Dani Pedrosa sarà in griglia MotoGP in occasione del Gran Premio di Stiria, il primo evento della doppietta programmata al Red Bull Ring. Vale a dire subito dopo la pausa estiva, ovvero nel fine settimana dal 6 all’8 agosto prossimi. Dopo anni da “semplice” collaudatore per KTM, ecco che il fantino di Sabadell tornerà a disputare un weekend di gare. ‘Accontentando’ in un certo senso la casa di Mattinghofen, che da tempo spingeva per una wild card per il 35enne pilota spagnolo. Chissà dove può arrivare dopo tanto tempo senza disputare un GP…

Inutile dire che ci sarà grande curiosità attorno a questo eccezionale ritorno alle corse. Ma certo non è da meno lo stesso Pedrosa, anche se ci va con i piedi di piombo, com’è nel suo stile. “Sarà interessante disputare nuovamente una gara, fornisce una diversa prospettiva rispetto ad un test normale” ha sottolineato. “Certo è passato tanto tempo dall’ultima volta e la mentalità è molto differente. L’obiettivo sarà provare le novità che abbiamo in una situazione di gara, per capire meglio la MotoGP attuale.” Aspettative? “Difficile da dire dopo essere rimasto per così tanto lontano dalle corse. Potrebbe esserci il click come no, ma cercheremo di divertirci il più possibile.”

“Sarà curioso rivedere Dani in MotoGP di nuovo” ha aggiunto Mike Leitner, uno che Pedrosa lo conosce molto bene. “Sarà un valore aggiunto averlo nel box al Red Bull Ring, per analizzare i punti forti e deboli della RC16 in un Gran Premio. Raccoglierà indicazioni molto utili per il suo lavoro da collaudatore.” Rimarca una volta di più che “Dani ha avuto una grande influenza sul nostro progetto MotoGP. È stato un punto di riferimento dal suo ritiro nel 2018, quand’era ancora al top, e ne vediamo gli effetti negli attuali successi della KTM. Avrà la moto attuale più qualche piccolo aggiornamento, con qualche test da fare durante il GP ma senza sovraccaricarlo. Vogliamo che si diverta!”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mta ortola moto3

Moto3: Ivan Ortolá al debutto con Team MTA nel Mondiale 2022

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Gomme Michelin? Serve più coerenza”

enea bastianini motogp

MotoGP, Enea Bastianini: “Michele Pirro riferimento nelle prime libere”