MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, il manager Simone Battistella: “Ducati ha bisogno di Andrea Dovizioso”

Mercato piloti MotoGP in fermento nonostante lo stop al Mondiale. Simone Battistella, manager di Andrea Dovizioso, agita un po' le acque.

24 aprile 2020 - 8:57

Insieme al campionato MotoGP si è fermato anche il mercato piloti, sebbene Suzuki abbia sfruttato questa quarantena per blindare il suo pupillo Alex Rins. C’è grande attesa per conoscere il destino di Andrea Dovizioso, il vicecampione degli ultimi tre anni. L’unico che davvero abbia impensierito Marc Marquez dal 2017 ad oggi, un pilota di cui Ducati non può fare a meno. Dopo aver fallito (e ammesso) gli assalti a Vinales e Quartararo, non si può nascondere un certo malumore all’interno del box della Rossa. D’altronde i rapporti tra il forlivese e Gigi Dall’Igna non sono sempre stati rose e fiori.

E’ anche vero che l’amore non è bello se non è litigarello. Ma in questo momento Andrea Dovizioso è il corteggiato e Borgo Panigale il corteggiatore. Il manager Simone Battistella vede il suo pilota in una posizione di forza: “La Ducati ha bisogno di Dovizioso più di Dovizioso della Ducati. E non è un bisogno unico di un pilota, ma anche di un progetto tecnico“, ha ammesso ad ‘AS’. “Andrea vuole continuare a correre, naturalmente, ma non sta ancora facendo nulla perché vuole vedere come vengono sviluppati i diversi progetti“. Una decisione non verrà presa prima di fine maggio. “La cosa più importante per Andrea quando si prende una decisione è il progetto e lo staff”.

Simone Battistella esclude che Andrea Dovizioso sia rimasto amareggiato sapendo che Ducati ha cercato con insistenza di mettere le mani su Marquez, Vinales o Quartararo. “Sa che la sua fabbrica deve stare attenta ai giovani“. E sul rapporto con il direttore generale Dall’Igna ammette: “C’è stata qualche tensione, ma di carattere professionale ed è servita a migliorare il progetto. La priorità di entrambi non è imporre la propria volontà, ma vincere, ed entrambi vogliono farlo“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2, GP Qatar 2020

Moto2 e Moto3, chi sono i favoriti nel 2020?

MotoGP Aprilia brake cover

MotoGP, la tecnica: l’evoluzione dello stile di frenata (parte 1)

Espargaro KTM MotoGP

MotoGP, KTM riparte: test a Spielberg con Espargaró e Pedrosa