MotoGP, Stefan Bradl con la RC213V 2021

MotoGP, Honda RC213V: prime indiscrezioni tecniche sul prototipo 2021

A Jerez ha debuttato il prototipo Honda MotoGP 2021 guidato da Stefan Bradl. Novità importanti sul telaio, lo scarico e il forcellone.

22 gennaio 2021 - 10:18

Stefan Bradl ha accumulato più di 200 chilometri nel test di Jerez con la nuova RC213V. Unico pilota a girare con un prototipo MotoGP, ha svelato le prime novità “visibili” a livello di forcellone, scarico e telaio. La pioggia ha rallentato il lavoro del collaudatore tedesco, ma resterà in Andalusia per ritornare in pista lunedì e martedì prossimo. HRC ha fretta di rimettersi al lavoro dopo le deludenti prestazioni del 2020, quando senza Marc Marquez non ha ottenuto nessuna vittoria. L’obiettivo è allestire una base ottimale per offrire a tutti i piloti una moto competitiva in ogni week-end.

Nonostante il regolamento imponga il congelamento dei motori, gli ingegneri guidati da Koyasu e Yokoyama sono concentrati sulle altre aree tecniche. La priorità è migliorare la velocità di punta sui rettilinei e il feeling con la gomma posteriore Michelin. Sulla moto di Bradl spicca il nuovo telaio per cercare di armonizzare la rigidità longitudinale, laterale e torsionale della MotoGP. Risulta evidente come lo spessore sia più sottile intorno all’area del perno del forcellone. Honda sta cercando una maggiore flessibilità laterale in curva. Far flettere la moto ad angoli di piega elevati aiuta a conformarsi alla superficie della pista e a cercare grip. Tuttavia, una flessibilità eccessiva è controproducente quando i piloti devono spingere sul giro secco.

È una delle teorie secondo cui cui la Suzuki GSX-RR sembra faticare in qualifica. Il loro telaio è abbastanza morbido e ha un sacco di flessibilità laterale. Questo permetterebbe di fare della percorrenza di curva uno dei punti di forza. Infatti in molte occasioni abbiamo visto Joan Mir e Alex Rins compiere traiettorie impensabili per gli avversari. Lo stesso telaio permette alla Suzuki di avere un approccio delicato con le gomme. Ma sul singolo giro si fatica ad eccellere per mancanza di rigidità.

La nuova Honda RC213V ha anche un nuovo forcellone sul prototipo MotoGP 2021, seppur sia difficile vedere le differenze. Cambia anche lo scarico, più pronunciato e snello, il forcellone in fibra di carbonio e il parafango aerodinamico posteriore più grande rispetto alla versione precedente. Con questo nuovo scarico HRC potrebbe cercare di trovare più velocità in uscita di curva. Notizie che dall’azienda non potranno mai essere confermate. Per Stefan Bradl l’obiettivo dei test è anche personale: sostituire Marc Marquez nelle prime gare della prossima stagione MotoGP.

Foto: Instagram Motogp.com

1 commento

makitari_15179021
17:35, 22 gennaio 2021

Vedremo. Per me è solo MM che rende la Honda più performante …
Come un certo Dovizioso ERA per Ducati …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp

MotoGP: marzo si apre con le presentazioni Petronas SRT e Suzuki

villa - mondiale motogp

MotoGP, la storia: le sfide tra fratelli nella stessa categoria (parte 1)

MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sarà divertente nel box con Valentino Rossi”