MotoGP, Honda pronta a copiare il dispositivo holeshot Ducati

Marc Marquez non ancora in perfette condizioni, riporta una caduta nella seconda giornata di test MotoGP a Losail. E ammette: "Stiamo provando l'holeshot".

23 febbraio 2020 - 22:38

La preseason MotoGP non sta portando buone notizie nel box Honda di Marc Marquez. Nella seconda giornata di test in Qatar ha riportato una caduta in curva 9, la moto ha riportato seri danni, ma fortunatamente nessuna conseguenza fisica. Cade anche Cal Crutchlow dopo 27 giri e preferisce restare ai box per una lieve contusione. La classifica dei tempi è puramente indicativa, ma suona strano vedere il campione del mondo in 14esima posizione e con un ritardo di oltre 1 secondo da Quartararo.

Tutta colpa della spalla operata a novembre, ancora dolorante e che non gli consente di guidare con il suo solito stile di guida. “Quando sono stanco, spingo molto sulle gambe perché non riesco più a farlo con le spalle. Per questo ho perso il controllo della gomma anteriore e sono caduto dalla moto. Fortunatamente, non è successo nient’altro“. Ma a destare qualche dubbio è il fatto che Marc Marquez non sia l’unico pilota Honda a segnalare un cattivo feeling con l’avantreno. “Stiamo cercando di scoprire da dove provengono i problemi, perché al momento tutti i piloti Honda hanno le stesse preoccupazioni con il nuovo prototipo“.

I tecnici Honda stanno compiendo ogni sforzo per tentare di risolvere i problemi della RC213V prima dell’inizio della stagione MotoGP. “Lavoriamo progressivamente, passo dopo passo. Non sappiamo se è colpa del motore. Abbiamo cambiato alcune cose e ora è il momento di analizzare tutto. Dobbiamo anche prestare attenzione al setting e al bilanciamento“. Il circuito di Losail non è mai stato favorevole alla Honda, ma occorre distillare il massimo dalla gara dell’8 marzo. Intanto anche il team dell’Ala Dorata sta provando per la prima volta un sistema holeshot ereditato da Ducati. “Ci stiamo provando ma non funziona come previsto“, ha ammesso Marc Marquez. E non esclude che presto anche la RC213V sia dotata di un variatore di assetto in movimento come lo sta testando Ducati in questi giorni. “Se un team prova o trova qualcosa di nuovo, gli altri produttori lo guarderanno ovviamente“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Maio Meregalli

MotoGP, Maio Meregalli: “Il calendario sprint può aiutare Valentino Rossi”

MotoGP, Marc Marquez e suo fratello Alex

MotoGP, Marc Marquez a Jerez per cancellare gli spettri dell’inverno

dovizioso motogp

MotoGP, Dovizioso idoneo per il GP. “Ma finché non salgo in sella…”