petrucci lecuona motogp

MotoGP, Hervé Poncharal: “Dobbiamo avvicinarci a Binder e Oliveira”

Prima parte di stagione complessa per Petrucci e Lecuona. Hervé Poncharal detta gli obiettivi per le prossime gare. "Conoscono di più la moto, ci aspettiamo la top ten."

17 luglio 2021 - 19:04

Rimane tutt’ora in forse la line-up KTM Tech3 completa per la stagione 2022. L’unica certezza è Remy Gardner, attuale leader Moto2 e quindi futuro rookie MotoGP. Per quanto riguarda il suo compagno di box, le voci vanno in direzione dell’attuale collega Raúl Fernández, che certo sta ben figurando al debutto nella classe intermedia. Ma queste sono ancora ipotesi di futuro, il presente vede in azione Danilo Petrucci ed Iker Lecuona. Non è stata una prima parte di stagione semplice per nessuno dei due (qui il duello tra compagni di box), ma Hervé Poncharal è fiducioso: la moto c’è e si aspetta i suoi ragazzi in lotta per la top ten.

“Sono contento di quanto sta facendo KTM, gli sforzi per questo progetto sono incredibili.” Così il boss Tech3 loda il lavoro fatto dalla casa di Mattinghofen fino a questo momento. Un impegno dopo un inizio di 2021 piuttosto complesso, ma con i primi risultati portati proprio dal suo ex pilota. “Certamente vedendo poi quanto fatto da Miguel in particolare possiamo dire che siamo sulla buona strada a livello di moto” ha continuato a motogp.com. “Siamo quindi molto fiduciosi per il futuro.” La seconda parte di campionato scatta ad inizio agosto in Austria, dopo nove gare non proprio semplici per i suoi attuali piloti.

“Danilo è un nuovo pilota, deve trovare il giusto feeling” ha sottolineato Poncharal. “Credo poi che i test invernali non siano stati sufficienti per lui per prepararsi, ma passo dopo passo si sta avvicinando. L’ultimo test in Catalunya è stato molto interessante a livello di chassis e di motore.” Evidenzia poi un GP in particolare. “Quello al Sachsenring era stato il migliore in termini di performance e di ritmo, fino all’incidente di Danilo… Iker poi durante la corsa ha avuto qualche malessere. Puntavamo alla top ten, era fattibile.” Ma nonostante questo, “Sentiamo di essere più vicini ai primi.”

Soprattutto dopo gli ultimi aggiornamenti a livello tecnico. “Abbiamo ricevuto quel telaio che Brad e Miguel hanno dal Mugello, è piaciuto a tutt’e due.” Partendo da qui, rimarca chiaramente quali sono gli obiettivi per le prossime corse in programma dopo la pausa estiva. “Dobbiamo decisamente avvicinarci al duo del team factory. Sia Danilo che Iker ora conoscono di più la moto e le aspettative sono la top ten in ogni gara.” Ricordando appunto che il futuro di entrambi è ancora in ballo, almeno finora, in mancanza di comunicazioni ufficiali.

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

marc marquez motogp

MotoGP, Márquez in tandem con Bradl: “Così sono passato in Q2”

stefano nepa moto3

Moto3 UFFICIALE C’è Stefano Nepa per il Team MTA nel 2022

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike