MotoGP, Francesco Guidotti

MotoGP, Guidotti-Sterlacchini: la rivoluzione KTM è made in Italy

Paddock della MotoGP in fermento anche a Mondiale concluso. KTM sottrae a Ducati Francesco Guidotti e promuove Fabio Sterlacchini.

25 novembre 2021 - 12:36

KTM ha annunciato ufficialmente che Mike Leitner non sarà più race manager dalla prossima stagione MotoGP. La news del passaggio di Francesco Guidotti da Ducati alla casa austriaca era già circolata ieri. Adesso arrivano le prime conferme da Mattighofen e al tecnico 59enne sarà affidato un ruolo consultivo. Il nome del successore non è ancora ufficiale, ma da Pramac Racing sta arrivando ‘Checco’ dopo dieci anni in Ducati. Ha già ricoperto il ruolo di team manager per il marchio KTM dal 2006 al 2009.

Le aspettative nel progetto MotoGP non sono state soddisfatte. Dopo aver rivoluzionato la line-up piloti del team satellite Tech3 si procede con i cambiamenti al vertice. Poco contano le vittorie in Catalunya di Miguel Oliveira e in Austria di Brad Binder. Ad oggi KTM ha collezionato 5 successi e 13 podi in classe regina, ma non possono ritenersi soddisfatti. Nell’ultimo Mondiale rischiava di vedersi sorpassare da Aprilia nella classifica costruttori, Ducati è distante anni luce a livello tecnico-organizzativo. “Mike è stato una figura chiave nella nostra missione di combattere con i migliori nel mondo delle corse su strada – ha dichiarato Pit Beirer -. Insieme abbiamo creato una struttura MotoGP con le persone giuste e i piloti giusti, ottenendo risultati eccezionali in questo sport“.

KTM delusa dopo la stagione 2021

Dopo sette anni di collaborazione Mike Leitner assume un ruolo secondario, a Mattigohfen hanno stabilito di riorganizzare la leadership. Nel campionato a squadre i due team Red Bull e Tech3 hanno chiuso rispettivamente 6° e 11° su undici squadre. Poi il podio di Aprilia e Aleix Espargarò ha fatto scattare un campanello d’allarme. Tra agosto e settembre la RS-GP21 sembrava poter surclassare la RC16. Dopo Valencia Mike Leitner ha dovuto ammettere: “Non abbiamo fatto tutto bene quest’anno, ma non abbiamo neanche sbagliato tutto“.

In diverse occasioni Danilo Petrucci ha sottolineato alcune lacune professionali nella gestione del box Tech3, mancanza un anello di congiunzione tra la fabbrica, il team factory e la squadra satellite. Lavoro che doveva essere svolto da Mike Leitner. A questo punto il gruppo di Mattighofen si mette nelle mani degli italiani. Non ci sarà solo Francesco Guidotti a riorganizzare l’ambiente, ma anche Fabio Sterlacchini, arrivato lo scorso luglio in KTM, promosso a direttore tecnico. Oltre a Marco Bertolatti ex Aprilia Racing. L’obiettivo è chiaro: giocare un ruolo importante in MotoGP. E preparare il terreno al nuovo astro nascente Pedro Acosta.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez 100% riposo. Puig: “Problema inaspettato”

Valentino Rossi Ranch Tavullia

Valentino Rossi promette battaglia: i campioni arrivano al Ranch di Tavullia

MotoGP, Fonsi Nieto

MotoGP, Ducati Pramac nomina il sostituto di Francesco Guidotti