nakagami motogp

MotoGP GP Jerez, Prove 3: Brilla Nakagami, che botto per Marc Márquez

Takaaki Nakagami velocissimo nelle FP3, miglior tempo verso le qualifiche. Seguono Quartararo e la wild card Bradl, Marc Márquez OK dopo un brutto incidente.

1 maggio 2021 - 10:47

Il ritorno al telaio 2020 sembra coincidere con un ritorno della fiducia in sella alla RC213V. Ne ha parlato Takaaki Nakagami alla fine del venerdì di prove libere ed il miglior crono stampato nelle FP3 lo stanno confermando. Il pilota LCR Honda svetta nell’ultimo turno utile per decidere la top ten in Q2, con a seguire il leader MotoGP Fabio Quartararo e la wild card Stefan Bradl. La top 3 di una lista di ben 21 piloti racchiusi in appena 9 decimi… A referto anche un incidente ad alta velocità alla curva 7 per Marc Márquez, con grossi danni fortunatamente solo per la sua Honda. Alle 14: 10 scattano i due turni di qualifiche.

Penultima sessione di prove libere MotoGP ed ultimo turno utile per assicurarsi la top ten in ottica qualifiche. Mir, Miller ed il duo HRC in primis sono carichi fin da subito alla ricerca di quest’obiettivo. Dopo qualche minuto assistiamo ad una brutta caduta per Binder alla curva Pons. La bella notizia è che il pilota sudafricano se ne torna al box sulle sue gambe senza conseguenze. Si fanno vedere presto il campione in carica e Marc Márquez, mentre nella seconda parte del turno ecco che Quartararo piazza provvisoriamente il miglior crono del fine settimana.

L’inizio di una caccia sempre più serrata alla top ten, che vede anche la risalita di Miller nelle prime posizioni. Senza dimenticarsi anche della carica del vice-campione 2020 Morbidelli (e della sua M1 2019…), che continua a farsi vedere nelle zone alte. Ma nei minuti finali scatta la ‘battaglia’, la classifica viene riscritta quasi ogni secondo, mentre abbiamo un pauroso incidente ad alta velocità alla curva 7 per Marc Márquez. La RCV è distrutta, ma se non altro il pilota è tutto intero. Vola invece Takaaki Nakagami, che chiude con il miglior crono dei tre turni! Ad appena 25 millesimi c’è la Yamaha guidata da Fabio Quartararo, ottimo risultato per Stefan Bradl terzo assoluto.

La classifica FP3

La classifica combinata 

Foto: motogp.com

1 commento

makiland
12:05, 1 maggio 2021

Penso che MM stia rischiando troppo, comprendo che è il suo carattere, ma una botta così mi sembra il preludio a qualcosa di peggio. Altro che chiusura dell’ anteriore, vuole strafare e trovare il suo attuale limite di velocità direazione … bene NON penso proprio che sia lo stesso di “prima” … ci vorrebbe tempo e gradualità … due parole che MM no ha nel suo personale vocabolario e allora ?
Allora se continua a credersi quello di prima si farà malissimo. I grandi infortuni e le cure iniziali fatte da un maniscalco hanno lasciato il segno … Vero Dott. Costa … ?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller sulla Ducati GP21

MotoGP, holeshot Ducati: nessuno provi a vietarlo!

bestia martin maro sava motogp

MotoGP, rookie a confronto: Bastianini, Martín, Marini e Savadori dopo 4 GP

MotoGP, Pecco Bagnaia e Luca Marini

MotoGP, ‘arm pump’: i commenti della VR46 Academy