MotoGP GP Europa: il leader Joan Mir comanda il warm up

Joan Mir al comando nel warm up. Il leader MotoGP sopravanza all'ultimo Aleix Espargaró, staccato di 41 millesimi, terzo Jack Miller.

8 novembre 2020 - 10:26

Zampata di Joan Mir negli ultimi attimi del warm up. L’attuale leader MotoGP lancia così un primo segnale ai diretti rivali in campionato, che oggi partono tutti dietro di lui. L’alfiere Suzuki chiude il primo turno asciutto del weekend con il miglior crono, seppur con distacchi ridotti al minimo. Aleix Espargaró è a 41 millesimi, Jack Miller ad un decimo. Sarà l’occasione giusta per il maiorchino per conquistare la prima vittoria? Gran Premio al via alle 14:00.

C’è il sole oggi ad illuminare il Circuit Ricardo Tormo, con 15° C nell’aria e 14° C sull’asfalto, anche se la superficie a tratti è ancora umida. Comincia così il warm up, l’ultimo turno in cui effettuare gli ultimi aggiustamenti prima della gara. Il primo asciutto del weekend, ma le basse temperature forse non saranno particolarmente d’aiuto. Per quanto riguarda le gomme, tanti cominciano con la doppia media, qualcuno con media-soft o doppia soft, ed il solo Morbidelli che azzarda la hard posteriore per questa sessione.

Quello che abbiamo una volta di più è una classifica davvero corta, con distacchi ridotti al minimo. Basti pensare che solo in due accusano un distacco che va oltre il secondo… In testa troviamo Joan Mir, pronto a mettere la sua firma sulla terzultima gara della stagione. Vicinissimo c’è Aleix Espargaró, determinato a mettersi in evidenza in sella alla sua Aprilia, mentre in terza piazza c’è la Ducati di Jack Miller, seguito dalla Honda di Takaaki Nakagami e dalla KTM di Pol Espargaró. Ad indicare come i costruttori siano molto vicini.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi in Argentina

Valentino Rossi: “Diego Armando Maradona nell’elite di tutti gli sport”

moto2 moto3 jerez

Moto2-Moto3, la stagione 2021 è già cominciata con i primi test

MotoGP, Joan Mir champion 2020

MotoGP, Joan Mir: “Ho soffiato il podio n°200 a Valentino Rossi”