MotoGP: GP d’Italia al Mugello, istruzioni per l’uso

Informazioni utili per assistere al GP d'Italia

31 maggio 2010 - 2:30

La festa? E’ proprio al Mugello grazie al Gran Premio d’Italia e dura tre giorni perché nel circuito si potrà pernottare all’interno e vivere una festa dello sport dove divertirsi senza nuocere a se stessi ed agli altri.

Quando entrare

L’ingresso sarà consentito già dal 3 giugno. Massima l’attenzione posta dalla direzione dell’Autodromo che, per una sempre maggior sicurezza e vivibilità del Gran Premio, ha ulteriormente rafforzato l’impianto organizzativo. Ai tornelli di ingresso, in particolare, è stato incrementato il numero di addetti all’accoglienza degli spettatori e al controllo dei biglietti, mentre i parcheggi sono stati ampliati fino a coprire un’estensione di 41 ettari e potranno ospitare gratuitamente 25/30mila auto fin dal 3 giugno. Particolarmente attenta sarà la vigilanza esterna per evitare che le auto, pur in presenza di parcheggi gratuiti, vengano lasciate lungo la strada. Una brutta abitudine – soprattutto domenicale – che sarà combattuta a suon di rimozioni….. Fra le misure confermate l’accesso all’interno del circuito che sarà consentito esclusivamente ai camper regolarmente omologati muniti del tagliando “ingresso camper”, mentre non potranno accedere furgoni, vetture e altri automezzi diversi dai camper pur muniti di tale tagliando. Le moto saranno ammesse, ma solo se di cilindrata superiore ai 100cc.

I numeri

Complessivamente la macchina organizzativa del Gran Premio muove circa 1500 persone, tra i quali 120 per il servizio medico – con centri medici ed ambulanze anche nella zona pubblico – 400 i commissari – 400 per sicurezza/controlli, oltre 300 per servizi logistici.

La viabilità

Su questo fronte il piano prevede l’intensificazione di tutti i servizi delle forze di polizia, coadiuvate anche da pattuglie del Corpo Forestale dello Stato e della polizia provinciale, il rafforzamento della segnaletica per orientare gli automobilisti e l’adozione da parte della Società Autostrade per l’Italia del modulo organizzativo che è risultato efficace nella scorsa edizione: sarà potenziata tutta la struttura del casello autostradale di Barberino che sarà chiuso in entrata, dalle 5 alle 12 di domenica 6 giugno, in modo che tutte le piste (in caso di necessità potranno essere aperti fino a 13 varchi) siano riservate al passaggio dei veicoli provenienti dall’A1. Al termine della gara, per velocizzare le operazioni di rientro in autostrada, il personale del casello consegnerà manualmente ai clienti il biglietto di ingresso.

Un aspetto nuovo, emerso per la prima volta, riguarda l’utilizzo dei navigatori satellitari che, segnalando percorsi uguali per tutti, dirigono i veicoli nelle stesse direzioni col rischio di creare imbuti e grossi problemi alla circolazione. Il consiglio agli automobilisti è quello di non affidarsi unicamente agli itinerari suggeriti dai navigatori. Sempre nella giornata di gara, domenica 6 giugno, sarà potenziato il servizio Trenitalia ed in aggiunta, grazie all’Autodromo, collegamento bus gratuito dalla stazione di Borgo San Lorenzo al bivio di Figliano e viceversa.

Tribune e maxischermo

Le tribune sono quattro: una coperta, quella centrale posta sul traguardo, con una capienza di 3.000 posti circa, poi tre scoperte. La Tribuna Ducati (3.000 posti), Tribuna Materassi (3.500), Poggio Secco (4.000). Nove i maxischermo posizionati, oltre che dinanzi alle varie tribune, nei punti più significativi del circuito che, oltretutto, offre una visuale eccellente.

Mugello Circuit

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez di nuovo sotto i ferri, il rientro si allontana

MotoGP, Valentino Rossi e Fabio Quartararo

MotoGP, Valentino Rossi e l’erede spuntato 15 anni dopo

pedrosa ktm motogp

MotoGP, Beirer (KTM): “Pedrosa wild card nel 2021? È possibile”