MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Nessuno come Dovizioso e Petrucci”

Gigi Dall'Igna esalta la collaborazione tra i due piloti e non vuole meriti: "Ducati è una grande squadra anche senza di me".

2 maggio 2019 - 23:03

Ducati può contare sul fattore umano per fare la differenza. La collaborazione tra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, a cominciare sin dai primi test dello scorso novembre e durante la pausa invernale, è un fattore di forza che nessun team può vantare. I due amici e piloti si confrontano, si tendono la mano, girano spalla a spalla per migliorarsi, studiare le scie, i vuoti d’aria, l’aerodinamica. Per Petrux la stagione è iniziata un po’ in salita, ma Dovi gli indica la retta via: “Andrea mi ha dato un po’ di chiavi – ha ammesso a Sky Sport -, non dal punto di vista tecnico, ma solo a parole. Mi ha fatto notare cose che solo un pilota può capire e solo lui può capire. Dettagli sull’atteggiamento e sul lato mentale“.

DUCATI E L’OBIETTIVO PRIMATO

Le prime tre gare hanno proiettato il forlivese in testa alla classifica, complice anche la caduta di Marc Marquez ad Austin. Ma nulla è casuale. La nuova Desmosedici sembra convincente anche sui tracciati tradizionalmente ostili alla Rossa, vedi Rio Hondo. Il merito va soprattutto al lavoro dello stratega Gigi Dall’Igna, che anche quest’anno ha saputo dettare legge nel settore dell’aerodinamica. “Il mio contributo è importante, ma Ducati è una grande squadra, ha grandi tecnici e riuscirebbe a fare gli stessi risultati anche senza di me. C’è soddisfazione, essere in testa a tutti i campionati è il nostro obiettivo“, ha detto il Direttore generale di Ducati Corse. “Ma dobbiamo restarci fino alla fine e sarà difficile, sia per i piloti che come costruttore“.

Petrux e Dovi hanno per adesso obiettivi differenti, tutto verte intorno alla rincorsa iridata di Andrea. “Dovi ha buone sensazioni, Danilo l’ho visto bene nei test invernali, l’ho visto bene anche nelle prove delle prime tre gare, ma ha concretizzato poco. Bisogna dargli il tempo per dimostrare quello che sa fare… Quando abbiamo organizzato la squadra di quest’anno abbiamo parlato anche con Andrea, cercando di capire quali potessero essere i piloti che potevano farlo trovare bene in pista e non solo. Questa è veramente una squadra, cosa mai successa nella storia del Motomondiale – ha sottolineato Gigi Dall’Igna -. Darà grossi risultati dal punto di vista dell’approccio alla gara, Dovi sta aiutando tantissimo Danilo, ma anche Petrucci riesce a dare un contributo ad Andrea in certe situazioni“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi

Valentino Rossi: politica, famiglia, Italia e popolo giallo

Romano Albesiano

MotoGP, Albesiano: “Andrea Iannone fatica ad adattarsi all’Aprilia”

Marc Marquez pilota Repsol Honda

Marc Marquez sfodera le nuove armi: telaio, ali e spoiler