4 commenti

makiland
12:04, 4 maggio 2021

La prima parola che mi viene in mente è “ingratitudine” per quell’ AD che guidava un autentico ferro da stiro e che ora pare essere diventato una “moto per tutti” … vergogna !
Bravissimo e meritevole Pecco e anche JM … capaci di tanta prestazione anche con Gigione di mezzo !
PS, mi assumo totale responsabilità di queste parole nei confronti di Ducati. NON li stimo, NON mi piacciono loro e le loro moto, ma spero che vincano SOLO perchè di mezzo c’è Pecco !

    Originals
    15:14, 4 maggio 2021

    E dall 2015 che la Ducati non e piu un “ferro da stiro”, sono 6 stagioni di moto abbastanza buone per vincere almeno una gara.

    Anonimus
    14:13, 4 maggio 2021

    Quando si ragiona per sentimento come fai tu, si dicono le peggior stupidaggini che possano venire in mente…. Il “ferro da stiro” che era in passato la Ducati, è diventata una “moto per tutti” grazie al signor Dall’Igna, uno dei migliori ingegneri meccanici del nostro paese e del Motorsport in generale che persino le più blasonate aziende giapponesi ci invidiano e della quale dovremmo andarne fieri!

      Max75BA
      20:47, 4 maggio 2021

      Dobbiamo essere orgogliosi della Ducati, idem per il Dovi che comunque ha avuto le sue conflittualità con Iannone, Lorenzo e Petrucci…senza dimenticare come attenuante per il Dovi le personalità di Iannone e Lorenzo che hanno una “testa” molto particolare…
      p.s. con Ducati, Bagnaia e Morbidelli i tifosi italiani possono ben sperare