MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Franco Uncini: “Gli avversari di Marc Marquez sono preoccupati”

Franco Uncini, responsabile Dorna, parla del ritorno di Marc Marquez in MotoGP dopo 9 mesi di stop, ricordando quanto accadutogli nel 1983.

16 aprile 2021 - 7:49

È molto bello essere tornati finalmente e rivedere tutti“. Nel week-end MotoGP di Portimao i riflettori sono puntati sul campione della Repsol Honda, a prescindere da chi salirà domenica sul gradino più alto. Sarà lui l’unico grande protagonista, tutto il mondo dello sport è curioso di conoscere le sue reali condizioni. E cosa potrà fare in sella alla RC213V dopo una lontananza di 270 giorni. La sua storia epica sembra ricalcare quanto successo a Franco Uncini nel 1983, lontano dalle gare per 9 mesi dopo l’incidente in Olanda.

Il responsabile della sicurezza della Dorna sottolinea però una differenza non da poco. “Io quell’incidente l’ho vissuto molto poco, perché dopo essere stato colpito da Wayne Gardner avevo perso conoscenza. Quello che so, è quello che mi hanno raccontato e visto dalle immagini tv, non perché l’ho vissuto – racconta a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Così, ricordo che per tutto quel tempo io avevo addosso solo una gran voglia di tornare a correre“. Al ritorno in Sudafrica “nella mia testa non c’era alcuna remora, perché avendo perso coscienza era come se quell’incidente fosse successo ad altri“.

Il Cabroncito pronto per vincere

Tutti conosciamo il carattere “uraganico” di Marc Marquez, la voglia di non fermarsi mai, di spingersi oltre il limite. Tant’è che dopo l’incidente di Jerez nella scorsa stagione MotoGP, è tornato in pista la domenica successiva. Tre giorni dopo il primo intervento al braccio destro. Prima di rendersi conto che i danni al braccio fossero più seri di quanto immaginasse. “Adesso è pronto, e io sono convinto che lo sia già per essere in vetta alla classifica. Se mi sbaglio, sarà soltanto per una o due gare, una minima questione temporale, perché poi ritornerà quello di prima. Non credo gli ci vorrà molto di più“, aggiunge Franco Uncini.

I suoi rivali si professano felici di rivederlo in pista. Ma difficile nascondere un sottofondo di preoccupazione. Perché non appena tornerà ai suoi livelli, la lotta per la vittoria non sarà più aperta a tutti come avvenuto dallo scorso luglio. “Tempo un paio di gare e Marc toglierà l’alibi a tutti gli avversari. Sono abbastanza certo che un po’ tutti vivano il suo ritorno con una certa preoccupazione, del resto lui era e rimane l’uomo da battere. Non cambierà niente rispetto a prima dell’incidente!“. Non resta che attendere l’imminente GP di Portimao per sciogliere questo dubbio amletico.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Marc Marquez troppo fiducioso”

tommaso marcon moto2

Moto2: Tommaso Marcon operato, arm pump risolto per il Mugello

MotoGP, Valentino Rossi GP Le Mans 2021

MotoGP, Valentino Rossi: addio o rinnovo? Summit estivo con Yamaha